Manfredi: “Orgogliosi per la scelta della Coop. Vogliamo i ragazzi allo stadio”

Acr MessinaLa prima biancoscudata griffata Coop indossata da Chiara

Il Messina ha finalmente uno sponsor di maglia che non fa riferimento alla proprietà del club, da cinque stagioni finanziatrice unica del calcio cittadino. Ovvia la soddisfazione del direttore generale Lello Manfredi: “Siamo felicissimi di questa scelta che la Coop ha fatto perché premia il lavoro portato avanti dietro le quinte da tutta la società. Finalmente un’azienda così importante ha valutato favorevolmente la possibilità di sviluppare una partnership con la squadra della città. Ne siamo orgogliosi”. 

Lello Manfredi

Il direttore generale del Messina Lello Manfredi

Sensazioni positive anche sul fronte stadio. Il manto erboso appare in ottime condizioni, si lavora anche al ripristino della foresteria e sono stati ripristinati dopo due anni e mezzo i led per la pubblicità a bordo campo. “L’Amministrazione sta tenendo fede agli impegni che aveva assunto in maniera informale. Aveva detto che ci avrebbe dato una mano e fino ad ora i tempi sono stati rispettati. Domenica contro il Crotone giocheremo in notturna, speriamo in una serata di festa e in una grande partecipazione di pubblico”. 

Varata l’iniziativa “Bentornato Messina”, rivolta alle scuole calcio e ai settori giovanili. “Ci rivolgiamo soprattutto ad una fascia d’età che manca da troppo tempo allo stadio. Siamo certi che andando per la prima volta ad una partita di calcio vorranno poi ritornarci un’altra volta. Stiamo dunque mettendo in campo tutta una serie di iniziative che facilitino il processo di avvicinamento dei ragazzi. La squadra verrà presentata al Comune giovedì 1 settembre in una sede istituzionale. Non ci sono i tempi per una festa in piazza, alla quale avevamo pensato, considerato che il campionato inizierà domenica. Giovedì sarà l’occasione di presentare i nuovi calciatori e tanti giovani di belle speranze”. 
+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

+ posts