L’Orlandina Lab mette paura alla capolista Alfa Catania ma cede nel finale

Orlandina LabOrlandina Lab

La Lab lotta per tutta la gara, ma la fisicità e la maggiore esperienza dell’Alfa ne hanno la meglio alla lunga, 71-78 il finale. I ragazzi di coach Brignone lottano per 40’ avendo anche la palla per il pareggio, ma negli ultimi minuti ne hanno la meglio la maggiore fisicità e la maggiore esperienza avversaria. Segni di incoraggiamento per i paladini che lottano con la prima della classe e ne escono a testa alta.

Alla palla a due l’Orlandina Lab parte con Teirumnieks, Ellis, Triassi, Klanskis e Ani, mentre l’Alfa Catania schiera Mazzoleni, Marzo, Abramo, Luzza e Legend. Partono forte i ragazzi di coach Brignone che piazzano subito un mini-break di 4-0, ma i ragazzi di coach Guerra reagiscono e rispondono con un ulteriore mini-break, andando avanti sul 4-8 al 4’. I paladini provano a restare a contatto ma la fisicità dei catanesi si fa sentire e sul 12-19 coach Brignone è costretto a chiamare time-out per non far scappare gli avversari. Coach Guerra comincia a far difendere i suoi a tutto campo e i paladini cominciano a creare qualche palla persa di troppo che permette ai catanesi di gestire il vantaggio fino al 14-21 che chiude i primi 10’.

Orlandina Lab-Fortitudo

Orlandina Lab-Fortitudo

Nel secondo parziale Klanskis e compagni provano a rispondere colpo su colpo ai ragazzi di coach Guerra, ma la fisicità di Legend si fa sentire sotto canestro e sul 20-29 coach Brignone è costretto a chiamare time-out. L’uscita dal time-out premia i paladini che piazzano un break di 7-0 rientrando nel match sul 27-29. L’Alfa però risponde prontamente e piazza un 9-0 che costringe coach Brignone a chiamare time-out sul 27-38. I ragazzi di coach Guerra al rientro dal time-out allungano ancora e vanno al riposo lungo sul 32-44. Nel terzo parziale l’Alfa parte forte nonostante la difesa a tutto campo dei paladini, e trova il massimo vantaggio sul 38-54. I ragazzi di coach Brignone piazzano un break di 7-0 e con Klanskis sugli scudi rientrano in partita sul 45-54. I paladini provano a restare saldamente attaccati al match, e accorciano le distanze fino al 52-59, ma una tripla di Abramo allo scadere chiude il terzo parziale sul 52-62. La Lab piazza un parziale di 12-6 ad inizio quarto quarto che riapre definitivamente la gara, e sul 64-68 costringe coach Guerra a chiamare time-out. All’uscita dal time-out una tripla di Triassi accorcia le distanze fino al 67-70, ma la fisicità di Legend si fa sentire sotto canestro e sul 67-72 con 3’ da giocare coach Brignone chiama ancora time-out. Luzza dai 6,75 piazza una tripla che manda gli ospiti sul 69-76, Ellis risponde prontamente e sul 71-76 coach Guerra chiama time-out con 33’’ da giocare. Negli ultimi secondi la Lab ci prova, ma la fisicità dell’Alfa si fa sentire e alla sirena il punteggio è 71-78.

Orlandina Lab-Adrano

Orlandina Lab-Adrano (foto FKS)

Orlandina Lab-Alfa Catania 71-78
Parziali: 14-21, 18-23; 20-18, 19-16
ORLANDINA LAB: Ani 20, Triassi 19, Klanskis 11, Ellis 9, Ravi 5, Teirumnieks 4, Triolo 3, Lo Iacono, Longo, Dore, Carini, Manera.
ALFA CATANIA: Luzza 21, Abramo 14, Clifford 13, Marzo 8, Sacca 6, Chisari 6, Mazzoleni 4, Consoli 3, Cicero 2, Patanè 1, La Spina, Cantarella

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva