L’Orlandina conclude la Supercoppa a Trapani. Cardani: “Vogliamo ben figurare”

Orlandina BasketCoach Cardani parla alla squadra (foto Spina)

Una vittoria e una sconfitta. La Supercoppa dell’Orlandina si concluderà al PalaConad di Trapani in una classica della serie A2 e il team paladino proverà a centrare il secondo successo esterno consecutivo. Con Chiusi in pole position per il passaggio del turno a coach Cardani interessa principalmente continuare a evidenziare la crescita della squadra reduce dal successo di Pistoia che infonde massima fiducia.

Orlandina Basket

Vittorio Bartoli tra le promesse dell’Orlandina

Nel primo tempo abbiamo sofferto i blocchi e gli esterni di categoria e di grande esperienza di Pistoia. Nel secondo tempo abbiamo cambiato ritmo forzando e controllando la lotta a rimbalzo, mettendo aggressività sulla palla. Dobbiamo capire che se difendiamo con intensità possiamo capovolgere l’inerzia, specialmente nella metà campo difensiva. Ho detto ai ragazzi che era la penultima partita prestagionale, volevo motivarli e mettergli pepe. La gara in Toscana deve farci riflettere sul primo tempo, abbiamo concesso troppo a Pistoia che con alcuni tiri aperti, qualora li avesse segnati, avrebbe potuto chiudere la sfida. Andiamo a Trapani con la voglia di ben figurare col desiderio di superare il turno”. 

Tra i singoli menzione assoluta per Vittorio Bartoli, giovanissimo di belle speranze che con nove punti e minuti di qualità ha dimostrato di poter rappresentare un’ottima addizione dalla panchina: “Abbiamo vinto sciorinando una prestazione attenta in difesa specialmente nella ripresa e nel terzo quarto. Sono felice che il coach mi abbia mandato in campo per alcuni minuti importanti. Mi ha fatto sentire la fiducia che ripone in me e sono soddisfatto per averla potuta ricambiare in campo. Con Trapani sappiamo che sarà una gara difficile ma siamo pronti, guardiamo a noi stessi come sempre del resto. Dobbiamo giocare sfruttando i nostri punti di forza indipendente mente da chi abbiamo davanti. Siamo pronti”.