L’Amministrazione si è dimostrata collaborativa. Municipio invaso dai tifosi

Una t-shirt per rimarcare una fede incrollabile

Il sindaco Renato Accorinti ha risposto con insolito vigore, punto su punto, a Pietro Lo Monaco in una conferenza stampa-fiume ospitata da Palazzo Zanca. Municipio presidiato da una nutrita rappresentanza di tifosi organizzati, che hanno accolto e contestato vivacemente il primo cittadino al suo arrivo, ottenendo comunque un faccia a faccia al termine dell’incontro con i giornalisti.

Accorinti e De Cola in conferenza stampa

Accorinti e De Cola in conferenza stampa

L’Amministrazione ha evidenziato i consistenti passi avanti compiuti nell’ambito del collaudo decennale dello stadio e la perfetta funzionalità dell’impianto di illuminazione, peraltro emersa al termine di un sopralluogo effettuato giovedì in tarda serata dall’assessore Sergio De Cola. La squadra non a caso si è iscritta regolarmente al campionato entro lo scorso 30 giugno e potrà disputare il primo match stagionale in notturna, come richiesto dalla Lega Pro.

Accorinti ha reagito alle accuse mosse della proprietà dell’ACR Messina, parlando per quasi novanta minuti. Confermata la disponibilità di due aree esterne, che sorgono a monte, a ridosso dei parcheggi che sovrastano lo stadio San Filippo, ed a valle, nei pressi della strada statale 114. Aree nelle quali la famiglia Lo Monaco potrà realizzare strutture sportive, indispensabili principalmente per il vivaio, per il quale ha chiesto anche la disponibilità del “Giovanni Celeste”, che potrà essergli affidato a breve se – come sembra – il Città di Messina rinuncerà all’iscrizione al prossimo campionato.

Palazzo Zanca gremito dai tifosi

Palazzo Zanca gremito dai tifosi del Messina Calcio

Confermata invece la concessione dello stadio per la realizzazione dei due concerti di Vasco Rossi e Jovanotti, la relativa delibera non verrà ritirata anche perché Palazzo Zanca si esporrebbe ad esose richieste di risarcimento danni. Il Comune ha ottenuto la disponibilità dagli organizzatori all’effettuazione degli eventi in un periodo più limitato, compreso tra il 20 luglio ed il 6 agosto, e quindi non avrà più bisogno del San Filippo già a partire dal 6 luglio.

Il corto circuito con la proprietà dell’ACR Messina è stato rappresentato dalla mancata comunicazione alla società, rimasta all’oscuro della vicenda negli ultimi otto mesi: sul punto, ai nostri microfoni, l’assessore De Cola ha ammesso l’ingenuità della Giunta, evidenziando comunque che non essendo prevista un’asta ad evidenza pubblica non avrebbe potuto interpellare prima la società.

Accorinti ha chiarito inoltre che richieste formali per l’organizzazione di concerti da parte dei Lo Monaco non sono mai pervenute e che riferimenti a simili eventi non erano presenti neanche nella bozza di convenzione pluriennale che dovrà essere ora trasmessa ed esaminata dalla Commissione Sport e dal consiglio comunale.

Un momento dell'incontro con i giornalisti

Un momento dell’incontro con i giornalisti

L’Amministrazione è disponibile a concedere la struttura per l’organizzazione di amichevoli di lusso e Lo Monaco dovrà soltanto corrispondere la somma prevista dai tariffari comunali, proprio come hanno fatto i promotori dei concerti previsti nell’estate del 2015. A conferma dei buoni rapporti intercorsi, Accorinti ha annunciato che nel week-end, da venerdì a domenica, al PalaRescifina è in programma un’iniziativa religiosa dei testimoni di Geova, promossa proprio da Vincenzo Lo Monaco.

Nei prossimi giorni è previsto un faccia a faccia tra le parti. L’auspicio è che l’Amministrazione, dopo avere incassato vibranti contestazioni per via del mancato coinvolgimento di Lo Monaco nella discussa organizzazione dei concerti, possa fare tesoro di questa esperienza. In tempi di austerity e continue emergenze, come quella rappresentata da MessinAmbiente, che ha dovuto peraltro incassare un’inaccettabile lutto, ricordato in apertura di conferenza stampa dallo stesso Accorinti, va comunque rimarcato l’impegno di una Giunta che ha fornito alla proprietà dell’ACR in tempo utile la documentazione necessaria per l’iscrizione e si sta adoperando adesso per assicurare un futuro migliore a tutto il polo sportivo di San Filippo, fino ad oggi una mezza incompiuta.

Commenta su Facebook

commenti