La Vigor Santa Croce resiste due quarti e poi cede al Cus Catania

Cus Catania - Vigor Santa Croce, una fase del match vinto dagli etnei

Alla Vigor Santa Croce non riesce l’impresa: la squadra di coach Di Stefano, all’esordio assoluto nel campionato di Serie C Silver, è stata sconfitta per 70-61 dal Cus Catania. La Vigor – che parte con Occhipinti, Rizzo, Distefano, Cascone e Susino in quintetto – ha un avvio promettente (2-6), contiene i tiratori avversari e resta in linea di galleggiamento: 20-17 Cus al 10’. In avvio di secondo quarto, una schiacciata di Cascone e i canestri di Distefano e Rizzo producono un parziale di 9-2 che spinge i santacrocesi al massimo vantaggio (22-28). Poi qualcosa s’inceppa e il Cus ne approfitta per mettere la testa avanti: break di 14-2 per il 36-30 dell’intervallo lungo.

Nel terzo periodo la Vigor si aggrappa alle giocate di un ottimo Occhipinti, autore alla fine 23 punti, 8 recuperi e 7/7 ai liberi, ma la difesa a zona non funziona a dovere e l’attacco perde lucidità: una correzione di Santonocito scava il solco (46-36), Lo Faro e Caltabiano chiudono un break mortifero di 10-0 che fa scappare il Cus sul 54-36. Grasso nel cuore dell’area sfrutta ogni singola disattenzione ospite: al 30’ è 61-43 per Catania. Nell’ultimo quarto, quando la gara è quasi in archivio, la Vigor torna a mordere e, con una difesa asfissiante a tutto campo, ricuce fino al 70-61, rendendo la serata meno amara.

Giovanni Occhipinti (Vigor Santaroce)

Giovanni Occhipinti (Vigor Santaroce)

“Il terzo quarto ci ha condizionato – ha spiegato coach Di Stefano dopo la sconfitta – eravamo partiti con il piede giusto, nella prima metà di gara abbiamo giocato con equilibrio. Ma al rientro dagli spogliatoi è successo qualcosa: ci siamo innervositi con gli arbitri per qualche mancato fischio e in difesa sono saltati gli accoppiamenti. Loro in questo modo hanno trovato più facilmente la via del canestro. Nell’ultimo quarto, però, ho visto un’ottima reazione da parte dei ragazzi e mi sono complimentato con loro. Abbiamo avuto un approccio difensivo diverso, abbiamo sporcato i tiri e le linee di passaggio. E’ un segnale confortante. La chimica sta migliorando, ma c’è tantissimo da lavorare. Domenica prossima affrontiamo un’altra gara molto ostica contro Siracusa: sono grossi e forti tecnicamente, ma dobbiamo pensare esclusivamente a giocare la nostra pallacanestro”.

Tabellino

Cus Catania-Emmolo S.&C. srl Vigor 70-61

Cus Catania: Arena 5, Santonocito 10, Selmi 5, Caltabiano 12, Bonaccorsi 6, Abramo 10, Cuccia ne, Fichera ne, Martello, Rivers, Lo Faro 13, Grasso 9. All.: Malagò.

Emmolo S.&C. srl Vigor: Occhipinti 23 (5/11 da due, 2/4 da tre), Distefano 16 (4/9, 1/3), Rizzo 6 (3/9, 0/1), Emmolo 2 (1/2), Cascone 4 (2/7, 0/5), L.Mandarà 4 (0/1), Barone 2 (1/4, 0/2), Cavallo, Susino 4 (2/5), P. Di Stefano (0/2 da tre). Occhipinti R. ne. All.: G. Di Stefano.

Arbitri: Luca Attard e Alex Oliver Di Mauro di Priolo Gargallo

Fonte: www.santacroceweb.com

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma