La Sigma Barcellona cerca la consacrazione sul campo della lanciatissima Leonessa Brescia

L'ex di turno Alberto Martelossi
L'ex di turno Alberto Martelossi

L’ex di turno Alberto Martelossi

Il campionato incalza. Per la Sigma Barcellona, archiviata la prima vittoria interna della stagione contro un FMC Ferentino mai domo, scocca l’ora della seconda trasferta dell’anno sul campo della Leonessa Brescia, allenata dall’ex di turno Alberto Martelossi. Il tecnico friulano ha allenato i giallorossi nella stagione 2009 portandoli ai playoff promozione nell’allora campionato di B1, poi eliminati al primo turno dal Latina, ed ora per il secondo anno consecutivo guida il team bianco azzurro della presidentessa Graziella Bragaglio (è contemporaneamente presidente di Lega, ndc), finalista di Legadue lo scorso anno e soccombente solo in gara cinque contro la Giorgio Tesi Group Pistoia del neo lungo barcellonese Fiorello Toppo. La partita del “PalaSanfilippo” (palla a due alle ore 18; arbitri Masi, Noce e Canestrelli) assume tutti i contorni del big match, nonostante siamo ancora soltanto alla terza giornata d’andata. Cammino speculare per le due squadre che arrivano imbattute all’appuntamento in terra lombarda e che promettono sicuro spettacolo sul parquet, in considerazione dei nomi di spessore che figurano nei rispettivi roster. Dopo la trionfale stagione appena trascorsa infatti Brescia, pur non partendo con l’obbligo di vincere a tutti i costi, non ha lesinato sforzi per costruire un organico di primo piano per tentare nuovamente l’assalto alla serie A.

Il bresciano JR Giddens saluta i tifosi

Il bresciano JR Giddens saluta i tifosi

Dalla massima serie sono arrivati atleti del calibro di Fabio Di Bella, Robert Fultz e l’ex paladino Tamar Slay (miglior marcatore di squadra con 15,5 punti di media), inoltre la società bresciana è riuscita a confermare la fisicità della stella JR Giddens pescando sul mercato anche il possente lungo Tommaso Rinaldi in uscita da Veroli (al momento 14,5 punti e 5,5 rimbalzi). Completano un roster lungo ed affidabile il pivot di 2 metri e 20 centimetri Gino Cuccarolo, il riconfermato Federico Loschi, l’italo-albanese Franco Bushati, Alessandro Procacci e Giacomo Maspero. In campionato la Leonessa ha sofferto all’esordio superando soltanto nei minuti finali la resistenza dei “cugini” di Capo d’Orlando mentre sette giorni fa ha vinto con grande personalità sul parquet, mai semplice, di Trento.

Questo il commento di coach Martelossi alla vigilia della partitissima: “Domenica sarà un test difficile per noi e credo ci vorrà uno sforzo superiore alla normalità. Barcellona ha grande talento, un allenatore e dei giocatori che sono abituati a competere per vincere. Giocano duro e fisicamente sono notevoli. Non credo di sbagliare se dico che il nucleo degli italiani che giocano in Sicilia sia l’elemento in più del roster di coach Perdichizzi. Lasciando da parte la qualità degli americani, che è indubbia, reputo che la scelta di voler puntare su otto giocatori di grande solidità ed esperienza faccia di Barcellona un team ulteriormente quadrato e con rotazioni efficaci e complete”.

Il play Andre Collins in azione contro Ferentino

Il play Andre Collins in azione contro Ferentino

La Sigma Barcellona, di contro, arriva all’appuntamento decisa a prolungare l’ottimo momento di forma, confortata anche dal lavoro di coach Giovanni Perdichizzi e dello staff sanitario che hanno recuperato appieno l’ala Nicola Natali, utilissima nello scacchiere giallorosso come dimostrano i 6 punti ed il 57% da tre di media dell’ex Forlì, e che puntano a far crescere ulteriormente le quotazioni dell’ex play di Sassari Mauro Pinton, ancora leggermente indietro nella preparazione rispetto ai compagni di squadra. La partita verrà presentata in conferenza stampa nella sala stampa del PalAlberti proprio da coach Perdichizzi e dal play titolare Andre Collins.
Infine spazio ad una curiosità. E’ cambiata nuovamente la denominazione del campionato. Un ufficio stampa congiunto emesso dalla FIP e dalla LNP ha infatti comunicato che è stata raggiunta l’intesa tra Federazione Italiana Pallacanestro e Lega Nazionale Pallacanestro circa la denominazione ufficiale del primo campionato nazionale dilettanti, che da oggi si chiamerà Divisione Nazionale A (DNA). Si confermano le denominazioni Gold e Silver per i rispettivi gironi. Al contempo la FIP, viste le necessità di semplificazione, riconoscibilità e veicolazione mediatica dei due Campionati, concede il naming all’attuale title sponsor LNP.

Il capitano Giuliano Maresca sta viaggiando a 12 punti di media

Il capitano Giuliano Maresca sta viaggiando a 12 punti di media

Commenta su Facebook

commenti