La Costa d’Orlando non conosce soste. Affondata Siracusa ed undici vittorie consecutive

Costa Aretusa

Undicesimo successo consecutivo per l’Irritec Costa d’Orlando, che supera a pieni voti anche l’esame Polisportiva Aretusa Siracusa e, grazie al 73-53 sui siracusani, allunga in vetta al campionato di C Silver nonostante una partita in meno.

Sin dall’inizio, i paladini mettono sotto gli aretusei. Nonostante un buon Agosta (14 punti), la Costa si porta avanti con le giocate di Bowman e Caronna. Una tonante schiacciata in campo aperto da parte di Griffin è la ciliegina sulla torta di un primo quarto biancorosso quasi perfetto, soprattutto in difesa.

Il secondo periodo è ricco di errori in attacco, causa i ritmi molto alti sul parquet. I padroni di casa continuano a difendere alla grande e ad appoggiarsi molto sotto. Caronna-Bowman rispondono, Aretusa fa fatica a segnare, 41-26 all’intervallo lungo.

Nella ripresa gli uomini di coach Condello continuano la loro buona prestazione, salvo incepparsi in attacco dopo aver toccato il massimo vantaggio (+22, 52-30) a metà terza frazione. La difesa biancorossa comunque tiene, Aretusa non riesce a far male ai paladini che ripartono con una tripla di Marinello e chiudono il terzo periodo sul 58-37.

L’ultimo quarto è pura accademia. La Costa d’Orlando si impone 73-53 e pensa già alla sfida di giovedì di Gravina, recupero dell’undicesima giornata. In caso di vittoria sul parquet catanese, gli orlandini si porterebbero a +6 sulla seconda in classifica dopo un girone di andata strepitoso.

Riscaldamento Costa

Riscaldamento Costa

Irritec Costa d’Orlando-Polisportiva Aretusa 73-53

Parziali: 17-8; 41-26; 58-37; 73-53.

Irritec Costa d’Orlando: Ferrarotto, Marinello 13, Sgrò 10, Manfrè 2, Bowman 15, Gambardella 2, Munastra ne, Antinori ne, Fazio 2, Griffin 6, Caronna 23. All: Giuseppe Condello.

Polisportiva Aretusa: Ditrapano 9, Vanacore 2, Bonaiuto 5, Bellofiore 5, Carbone C., Alescio ne, Sorrentino 4, Carbone A., Naso, Vujicevic 14, Agosta 14. All: Marletta

Arbitri: Luca Massari di Ragusa e Fabio Filesi di Chiaramonte Gulfi.

Commenta su Facebook

commenti