Il Sant’Agata torna al successo battendo 2-1 in rimonta il Marsala 1912

Festeggiamenti Sant'Agata

Il Sant’Agata ha superato per 2-1 un ostico Marsala 1912, che grazie a Lo Bue, era riuscito a portarsi in vantaggio. I ragazzi di Venuto non hanno avuto un buon approccio alla partita, anche perchè probabilmente nella testa pesava ancora quanto accaduto a Caccamo domenica scorsa. Una volta subito lo “schiaffo”, però, Zingales e compagni pian piano hanno cominciato a reagire e nella ripresa con Cicirello su rigore hanno trovato il pari e poi hanno operato il sorpasso grazie al giovane Saverino da poco subentrato a Conti.

Sant’Agata batte Marsala 1912 2-1

La cronaca – A cominciare meglio è il Marsala, che dopo appena 23 secondi insidia l’area biancoazzurra a seguito di un retropassaggio di Tricamo sul quale Drago deve ricorrere alle maniere forti per fermare Sanyong. Gli ospiti protestano vivacemente all’indirizzo del fischietto peloritano Comito chiedendo l’espulsione il rosso per fallo da ultimo uomo, ma il direttore di gara opta per il giallo. Al 16′ il Marsala passa grazie a Lo Bue che dopo una bella azione dei suoi compagni si presenta tutto solo davanti ad Ingrassia e insacca inesorabilmente. Per vedere la replica santagatese bisogna attendere il 27′, quando Scaffidi va via sulla destra e pennella per la testa di Biondo, ma la sua deviazione finisce a lato. Poco dopo ci prova Zingales con un tiro-cross, Bevilacqua è attento e blocca. Su ribaltamento di fronte Di Vita cerca di sorprendere Ingrassia dalla distanza, ma il pallone non inquadra la porta. Nella ripresa, per dare più brio all’attacco, mister Venuto toglie Carioto e getta nella mischia Lo Giudice. Al 49′ arriva il pari. Scaffidi entra in area dalla destra e toccato da un difensore termina giù, il direttore di gara non ha alcuna esitazione e tra le proteste dei lilibetani indica il dischetto. Sul punto di battuta si porta Cicirello che con freddezza spiazza il portiere. Il Sant’Agata adesso ci crede fortemente, spinge a capofitto in avanti, ma al 69′ rischia a seguito di una rapida ripartenza ospite che mette nuovamente Lo Bue solo davanti ad Ingrassia, che questa volta però si aggiudica il duello sfoderando un grosso intervento. Al 79′ il Sant’Agata potrebbe passare con Biondo che pescato da Zingales calcia forte ma Bevilacqua neutralizza. I tifosi di casa, però, non hanno neppure il tempo di rammaricarsi, perchè un minuto dopo arriva il gol che decide il match. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il pallone giunge al giovane Saverino che si inserisce sul secondo palo e di testa insacca nonostante l’estremo tentativo di Bevilacqua. Nei restanti minuti accade poco o nulla ed al triplice fischio la gioia è tutta per il Sant’Agata che dopo due pareggi ed una sconfitta ritrova l’appuntamento con i tre punti.

Città di Sant’Agata – Sport Club Marsala 1912 2-1
Marcatori: 16′ Lo Bue (M), 50′ Cicirello (S) su rigore, 80′ Saverino (S). 
Città di Sant’Agata:
 Ingrassia, Scaffidi, Conti (72′ Saverino), Scolaro, Drago, Tricamo, Zingales, Piyuka, Carioto (46′ Lo Giudice), Cicirello, Biondo. All. Antonio Venuto
Marsala 1912: Bevilacqua, Lo Bue, Di Costanzo, Fecarotta, Agate, Guaiana, Ogbebor (59′ Iovino), Castiglione (85′ Tosto), Di Vita (68′ Di Tusa), Sanyong, Marino (84′ Di Pinto). All Massimiliano Mazzara
Arbitro: Francesco Comito di Messina. Assistenti: Sebastiano Antonio Grasso di Acireale e Marco Gugliandolo di Messina
Note- Espulso: Di Tusa (M) a fine partita. Ammoniti: Conti (S), Scolaro (S), Drago (S), Lo Giudice (S), Bevilacqua (S), Di Costanzo (M), Ogbebor (M), Iovino (M), Castiglione (M), Tosto (M), Marino (M).

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti