Il Sant’Agata si assicura il bomber Iraci: “Arrivo in una grande piazza”

Benny Iraci è il grande colpo del mercato del Sant'Agata

Dopo avere appreso del ritorno nel girone B del campionato di Eccellenza, il Città di Sant’Agata si regala dal mercato un pezzo da novanta. Si tratta di Benny Iraci, forte attaccante esterno, classe 1989, che lo scorso anno è stato assoluto protagonista con il Canicattì, contendendo la promozione diretta al Licata. Una stagione che ha consentito ad Iraci di conquistare il “Pallone d’Oro” dei dilettanti, conquistato ufficialmente lo scorso 14 giugno.

Ma soprattutto l’interesse del Licata, che lo aveva acquistato in vista del prossimo campionato di serie D, prima del ritorno in Eccellenza per motivi personali. Un’opportunità che ha sfruttato il Sant’Agata, che dunque porta a casa un vero e proprio top player per la categoria, una vera e propria freccia infuocata messa a disposizione del 4-3-3 di Pasquale Ferrara.

Iraci

Iraci è stato grande protagonista con Canicattì e Dattilo

A suggellare l’importanza del nuovo innesto biancoazzurro bastano le oltre 160 presenze collezionate negli anni in Lega Pro con le maglie di Paganese, Taranto, Potenza e Reggiana: ”Sant’Agata è una delle piazze più importanti del panorama calcistico siciliano – ha sottolineato Benedetto Iraci –, con una società solida e dei tifosi davvero spettacolari. Per motivi personali il campionato di serie D al momento era troppo impegnativo, mentre l’opportunità di giocare a Sant’Agata rappresenta per me davvero l’ideale. Molti non lo sanno ma col Sant’Agata già negli anni passati c’erano stati vari contatti, ma per un motivo o per l’altro non si era mai giunti a nulla di concreto. Adesso si sono finalmente create le condizioni giuste. Conosco diversi dei componenti di questo gruppo – conclude Iraci –, pur non avendo mai giocato assieme con nessuno dei miei nuovi compagni, e posso dire che certamente possiamo fare delle ottime cose e poi c’è questo stadio nuovo che è davvero bellissimo. Speriamo quindi che questa possa essere davvero l’annata giusta”.

Ferrara e Ortoleva

La stretta di mano tra Ferrara e Ortoleva

Entusiasta il presidente Antonio Ortoleva: “L’arrivo di Benny Iraci impreziosisce una rosa importante, figlia dell’infaticabile lavoro svolto dal ds Ettore Meli e dalla dirigenza tutta che mi onoro di rappresentare. La città di Sant’Agata ci sta dimostrando quotidianamente che ha fame di calcio, per cui credo che lo slogan che abbiamo scelto per la nostra campagna abbonamenti, “Una squadra, una città, una casa”, sintetizzi quanto fatto finora dalla dirigenza, con l’allestimento di una squadra che ha dietro una città ed una casa appunto, il rinnovato Biagio Fresina”.

Commenta su Facebook

commenti