Il Messina vuole farsi trovare pronto. Già otto doppie sedute per il gruppo

Acr MessinaIl Messina celebra il gol del vantaggio con il Palermo all'andata (foto Andrea Rosito)

La lunga sosta sta consentendo al Messina di completare un vero e proprio richiamo della preparazione, forse perfino più intenso di quanto inizialmente preventivato. I sei contagi emersi nel gruppo squadra hanno ovviamente un po’ condizionato il gruppo ma il tecnico Ezio Raciti ha comunque imposto un lavoro fisico decisamente intenso.

Morelli

Morelli prova a superare Gallo (foto Nino La Macchia)

Basti pensare che per otto volte in appena dieci giorni la squadra ha sostenuto doppie sedute di lavoro. Carichi importanti, che a questo punto dovrebbero consentire di immagazzinare benzina nelle gambe utile per arrivare fino al termine della stagione regolare, sperando magari di evitare l’appendice dei playout e celebrare quindi la salvezza diretta nella categoria riconquistata dopo l’ennesimo giro negli Inferi recentemente imposto al calcio cittadino.

La settimana si è conclusa con un’amichevole in famiglia contro la formazione Primavera, quella che fino a qualche settimana fa era guidata proprio da Raciti. In giornata sono attesi i rientri in gruppo degli elementi che si sono negativizzati e hanno sostenuto nel weekend le visite mediche di controllo imposte dai protocolli.

Vukusic

Vukusic si spiega con un avversario dopo un contrasto (foto Antonio Russo)

D’altronde è esemplificativa la posizione di Gabriele Morelli, a cui è stata diagnosticata una lieve infiammazione del muscolo cardiaco. La miocardite è infatti una conseguenza sempre più comune tra i guariti dopo la positività al Coronavirus. Una beffa per l’esperto difensore, recentemente premiato per il miglior gol della Lega Pro realizzato nella passata stagione dopo un’annata vissuta con le maglie di Livorno e Sud Tirol, che spera di tornare presto in campo.

Nel frattempo l’unico arrivo del mercato invernale, l’ex piacentino Antony Angileri, sta mostrando tanta volontà e serietà. Un giovane di valore, che garantirà un’importante opzione al centro della difesa. Il Messina vuole arrivare al meglio, fisicamente e psicologicamente, alla ripresa prevista per domenica prossima sul campo della Virtus Francavilla, tra le rivelazioni stagionali ma già battuta all’andata con una rete di Vukusic.

Pietro Sciotto

Il presidente dell’Acr Messina Pietro Sciotto (foto Paolo Furrer)

Il croato non si allena con il gruppo, essendo rimasto in patria dopo le festività, ma non ha ancora formalizzato la rescissione del proprio contratto a differenza di Milinkovic, protagonista poi in queste settimane di discutibili sortite social. In settimana la sua posizione dovrebbe essere definita, al pari di Sarzi Puttini, assente ma ancora in attesa di conoscere la futura destinazione dopo il rientro per fine prestito all’Ascoli.

I prossimi giorni potrebbero essere decisivi per l’acquisto di un under in grado di giostrare sulla corsia sinistra, rappresentando un alter ego del portoghese Thiago Gonçalves, e di un attaccante over in grado di dare maggiore peso al reparto. Attesa anche per gli eventuali sviluppi societari, anche se non sarebbe stato fissato alcun incontro tra l’attuale proprietà e il gruppo interessato a subentrare nella gestione del club. Al di là della normale dialettica tra domanda e offerta, una cessione non sembra imminente ed è probabile che il tutto slitti alle prossime settimane o addirittura a fine campionato.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma