Il Gruppo Zenith Messina piega la resistenza della Nuova Agatirno e si isola in vetta alla classifica

Una fase del derby fra Gruppo Zenith Messina e Nuova Agatirno

Il girone Occidentale della Serie D siciliana ha una nuova capolista solitaria: è il Gruppo Zenith Messina. I peloritani hanno superato per 82-70 una coriacea Nuova Agatirno, nel recupero della seconda giornata, e viaggiano a punteggio pieno con sei vittorie su altrettante gare disputate. In fase di presentazione del derby, avevamo scritto che non sarebbe stato facile avere ragione dei giovani orlandini, e così è stato. La squadra allenata da Renato Franza ha dato filo da torcere al Gruppo Zenith Messina, grazie ad un buon impianto di gioco e a delle ottime individualità. La Nuova Agatirno è apparsa spigliata e veloce, ha costruito buoni tiri, ma ha peccato di inesperienza in alcune occasioni. Ottima la prova di Giorgio Galipò, con i suoi 26 punti ha trascinato i compagni, ma tutti i giovani “paladini” hanno dato il massimo, invogliati anche dalla possibilità di fare lo sgambetto agli imbattuti messinesi. La squadra di Baldaro si è trovata talvolta in difficoltà ma ha sbrogliato la matassa grazie al mestiere dei suoi giocatori. Dopo un buon inizio (8-1), Messina sembra poter tenere in mano le redini del match, ma nel finale del primo parziale, due bombe di Giorgio Galipò regalano il vantaggio agli ospiti (20-21). Il secondo periodo è ancora equilibrato, si gioca punto a punto. Gli ospiti mettono la testa avanti (32-33) grazie al libero di Micciulla al 15’, ma nel finale del tempo un break di 11-0, firmato Buono, Mazzù e Carnazza manda le due squadre al riposo lungo sul 43-33. Nel terzo parziale gli “Scolari” tengono a distanza di sicurezza gli avversari, il solito Giorgio Galipò segna con continuità e tiene i suoi in linea di galleggiamento (52-46).

Mazzù (Gruppo Zenith) al tiro dalla lunetta

Mazzù (Gruppo Zenith) al tiro dalla lunetta

Con un 9-0 di parziale i messinesi volano il +15 (61-46), ma la Nuova Agatirno non molla e con un contro break di 9-0 riapre la contesa a dieci minuti dal termine sul 61-55. Nel quarto finale Giglia e compagni cercano di riavvicinarsi, ma sistematicamente vengono ricacciati indietro dopo essersi portati sul -4 (66-62). Le triple di Presti, Calderazzo e Soldatesca, rimettono le cose a posto per il Gruppo Zenith Messina, che alla fine porta a casa la sesta affermazione consecutiva. Fra i messinesi, ottima la prova di Carnazza, 25 punti conditi da 5 triple e 7 assist. Bene anche Mazzù e Buono (19 punti a testa). Solito lavoro sporco in difesa di Soldatesca, meno incisivo del solito in avanti. Bene anche Presti che ha messo due triple fondamentali. Calderazzo si spende molto in difesa, e piazza una tripla nel momento più opportuno. Prossimo appuntamento per il Gruppo Zenith Messina, domenica prossima sul difficile campo della Fortitudo Balestrate.

Tabellino:
Gruppo Zenith Messina – Nuova Agatirno Capo d’Orlando 82-70
Parziali: 20-21; 23-12 (43-33); 18-22 (61-55); 21-15 (82-70)
Gruppo Zenith Messina: De Salvo n.e., Adorno n.e., Buono 19, Carnazza 25, Trimarchi 2, Mazzù 19, Soldatesca 5, De Domenico n.e., Calderazzo 3, Presti 9, Micalizzi n.e.. Allenatore: Dani Baldaro
Nuova Agatirno Capo d’Orlando: Gambardella 14, Galipò Marco, Galipò Giorgio 26, Giglia 13, Carrello 2, Babilodze 2, Carlo Stella, Munafò 4, Sirna, Albo 8, Micciulla 1, Piperno. Allenatore: Renato Franza
Arbitri: Mucella De Gaetano di San Filippo del Mela e Squadrito di Venetico.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti