Il Camaro Under 17 passa ai rigori e vola in finale regionale

Un Camaro Under 17 duro a morire, che continua a reagire e non si rassegna davanti ad ogni tipo di avversità, compie un altro capolavoro e vola in finale regionale. Contro il Buon Pastore la squadra di Cruciani va avanti al 17′ con Spaticchia ma incassa il gol dell’1-1 in pieno recupero. Ai rigori, poi, va ad un passo dell’eliminazione, ma Alleruzzo sale in cattedra e il sogno diventa realtà.

La cronaca – Gara storica per l’Under 17 del Camaro, opposto al Buon Pastore nella semifinale regionale. Il tecnico Cruciani, privo anche degli squalificati Forestieri e Ferio, si affida al 4-2-3-1. In porta c’è Alleruzzo, linea difensiva composta da Morreale, Lo Presti, Lembo e De Natale, in mezzo la coppia Capilli – Zappalà, in avanti la grande sorpresa è il 2004 Raspaolo (21 gol con l’Under 15), schierato a sinistra con Spaticchia a destra e Roberti alle spalle di Rando.

Il Camaro ha un buon approccio e al 6′ si fa vivo in area avversaria: la punizione da destra di Spaticchia genera una pericolosa mischia in area di rigore ma nessun giocatore in neroverde riesce a intervenire. Il Buon Pastore replica, sempre su punizione, all’8′: il pallone calciato da Taormina attraversa l’area e si spegne sul fondo, non lontano dal palo qlla sinistra di Alleruzzo. Ancora sugli sviluppi di un calcio piazzato, al 10′, il Camaro sfiora il gol: Morreale mette dentro da sinistra, Lo Presti stacca nei pressi della porta ma è precisa e puntuale l’uscita di Crisafulli che sventa il pericolo. Al 17′ si sblocca il match: azione insistita di Roberti e palla dentro per Spaticchia, pallonetto sul portiere in uscita e palla in rete per il vantaggio neroverde. Il Camaro sembra poter gestire bene il vantaggio ma al 25′ una fiammata porta il Buon Pastore ad un passo dal pari: Scimone si presenta centralmente davanti ad Alleruzzo e lo anticipa calciando alto, l’arbitro però vede un intervento irregolare del portiere sull’avversario e concede il rigore. Dal dischetto si presenta Pitarresi che incrocia ma Alleruzzo ne intuisce la conclusione, si distende sulla sinistra e blocca la sfera. I palermitani ci riprovano al 31′, quando Pitanza su punizione dal limite pizzica la traversa prima di vedere la sfera scivolare sul fondo. Al 34′ l’arbitro grazia il Buon Pastore estraendo solo il giallo per Taormina che aveva colpito Rando con una gomitata proprio sotto gli occhi del direttore di gara. Negli ultimi istanti del primo tempo il Camaro si rivede in avanti con il cross di De Natale sul quale il portiere Crisafulli è bravo ad anticipare Rando in presa alta. All’intervallo i neroverdi conducono per 1-0 in virtù della rete di Spaticchia.

Nella ripresa, la prima emozione parte proprio dal piede di Spaticchia: è il 12′ quando il fantasista del Camaro batte un piazzato dalla destra servendo Morreale, con il terzino che dal fondo mette al centro ma la difesa palermitana spazzare, seppur con qualche affanno. Passano appena cento secondi e da una rimessa laterale il Buon Pastore trova il gol, con Pitarresi di tacco a imbeccare al centro Scimone, partito però in posizione irregolare prima del tocco vincente: tutto da rifare per i biancazzurri, Camaro ancora avanti. Al quarto d’ora arriva il primo cambio operato dal tecnico Cruciani, con Catalano a rilevare Raspaolo. I neroverdi provano a gestire il vantaggio e non permettono agli avversari di avvicinarsi alla porta difesa da Alleruzzo, chiamato all’intervento in tuffo al 17′ da Faulisi, il cui tiro dalla distanza viene messo in corner. Poco dopo altra conclusione da fuori, stavolta di Rubino, ampiamente a lato. Il Camaro gestisce ma al 28′ incassa una brutta notizia: Capilli rimedia un cartellino giallo per un intervento a centrocampo e, diffidato, salterà il prossimo match. La squadra di Cruciani continua a rischiare pochissimo, e tiene gli avversari lontani dalla porta di Alleruzzo. Al 35′ il tecnico neroverde inserisce anche Fugazzotto per Roberti, stremato dopo una gara di grande sacrificio. Il match sembra indirizzato nel migliore dei modi per il Camaro, che però nel primo dei cinque minuti di recupero incassa il pari: su un rilancio di Alleruzzo è Amorello a staccare di testa, riuscendo a servire Ruggeri, bravo a verticalizzare per Casucci, il cui sinistro batte il portiere neroverde riportando il match in parità proprio a pochi istanti dal triplice fischio. Non succede altro e per decidere chi tra Camaro e Buon Pastore andrà in finale sono i calci di rigore. La squadra di Cruciani inizia male, con Crisafulli a neutralizzare il penalty di Spaticchia, ma dopo i gol di Amaning e De Natale, la traversa ferma il destro di Faulisi; sull’1-1 Foresta viene iptonizzato da Crisafulli e il Buon Pastore passa nuovamente in vantaggio con il rigore vincente di Ruggeri; poi gol di Rando, Amorello e quinto rigore perfetto segnato da Morreale, prima dell’intervento decisivo in tuffo di Alleruzzo che respinge il mancino di Casucci. Si va ad oltranza e per il sesto rigore dei suoi si presenta sul dischetto capitan Capilli, che segna con grande freddezza, mentre dopo di lui è Marchese ad avere tra i piedi un pallone particolarmente pesante. Ma l’eroe di giornata, Gabriele Alleruzzo, dice ancora di no parando il terzo e decisivo rigore della sua favolosa partita e facendo esplodere di gioia compagni, staff e i tanti sostenitori presenti in tribuna. Il Camaro vola in finale dopo una bella gara contro un avversario ostico, scrivendo un ulteriore splendido capitolo della propria storia recente. Martedì 22 maggio a San Cataldo appuntamento per il titolo regionale contro il Calcio Sicilia, campione in carica, con calcio d’inizio alle ore 14.30.

Camaro – Buon Pastore 1-1 (5-4 d.c.r.)
Marcatori: 17′ pt Spaticchia (C), 41′ st Casucci (B).
Rigori: Spaticchia (C) parato, Amaning (B) gol, De Natale (C) gol, Faulisi (B) traversa, Foresta (C) parato, Ruggeri (B) gol, Rando (C) gol, Amorello (B) gol, Morreale (C) gol, Casucci (B) parato, Capilli (C) gol, Marchese (B) parato.

Camaro: Alleruzzo, Morreale, De Natale, Lo Presti, Lembo, Capilli, Spaticchia, Zappalà (45′ st Foresta), Roberti (36′ st Fugazzotto), Rando, Raspaolo (15′ st Catalano). In panchina: Frisone, Brunetto, Cucinotta, Scarfì, Vitale, Silipigni. Allenatore: Alessandro Cruciani.

Buon Pastore: Crisafulli, Ficarra (19′ st Ruggeri), Parisi, Marchese, Rubino (32′ st Giammona), Amorello, Faulisi, Pitarresi (27′ st Casucci), Pitanza, Taormina (1′ st Zaccaria), Scimone (28′ st Amaning). In panchina: Auarello, Cangemi, Di Giovanni, Marino. Allenatore: Fabio Petrotta.

Arbitro: Lorenzo Armenia della sezione di Ragusa.

Ammoniti: 34′ pt Taormina (B), 10′ st Faulisi (B), 23′ st Catalano (C), 26′ st Pitarresi (B), 28′ st Capilli (C).
Espulsi: nessuno.

Recupero: 3′ pt, 5′ st.

 

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva