Il Camaro cade in casa nella stracittadina col Città di Messina (1-2)

Camaro-Città di Messina

Dopo quattro risultati utili consecutivi, la squadra di Romeo viene sconfitta al “Marullo” dal Città di Messina. I neroverdi passano in vantaggio con Fugazzotto ma gli ospiti ribaltano il risultato con i gol di Ballarò e Casella su rigore.

Un Camaro in giornata no viene piegato in casa dal Città di Messina. Prestazione sotto tono per la formazione guidata da Ciccio Romeo, costretta a fare i conti con numerose defezioni e penalizzata anche da una discutibile direzione arbitrale. Al “Marullo” padroni di casa in vantaggio con Fugazzotto ma, dopo un rigore di Casella parato da La Fauci, ripresi in chiusura di primo tempo dal gol su punizione di Ballarò e superati nella ripresa da un penalty questa volta realizzato da Casella, in occasione del quale viene anche espulso Puzone. Vani i tentativi di raddrizzare la partita: dopo quattro risultati utili consecutivi, si ferma dunque la serie utile del Camaro, chiamato ora a disputare due partite nel corso della prossima settimana. Mercoledì ad Acireale match di ritorno degli ottavi di Coppa Italia, sabato gara esterna di campionato sul campo del Città di Mistretta.
LA CRONACA – Tanti assenti in casa Camaro: out lo squalificato Durante e gli infortunati Fiorito, Bonaccorso, Porcino e De Maria, indisponibile anche Rifici. Il tecnico Romeo non cambia modulo e si affida al 4-3-3 con La Fauci tra i pali, Comandè, Lauro, Puzone e Mondello in difesa, Cappello, Bonamonte e Russo in mediana, Cutè, Fugazzotto e La Rocca nel tridente d’attacco. Dopo pochi secondi subito un’occasione per gli ospiti con un calcio d’angolo dalla destra sfiorato da Mazzullo e spazzato dalla retroguardia di casa a pochi passi dalla linea di porta. I ritmi bassi in questa prima fase favoriscono il Camaro, che si fa vedere al 19′ con una girata mancina di Fugazzotto: l’attaccante stoppa bene il cross di Mondello ma manda a lato. Due minuti dopo, però, il capocannoniere della squadra di casa non sbaglia, quando sfrutta un traversone dalla destra di Bonamonte e batte Papale con un bel destro di prima intenzione: per Fugazzotto sesto gol in campionato. La risposta del Città di Messina arriva al 35′: punizione di Ballarò e palla sulla traversa, la sfera resta in gioco, cross dalla destra per Casella che entra in contatto con Lauro, l’arbitro decreta il penalty e ammonisce il capitano del Camaro. Dal dischetto va lo stesso Casella ma La Fauci è bravo a distendersi e bloccare la sfera.

Esultanza Città di Messina

Il Città di Messina ha riscattato l’eliminazione maturata in Coppa Italia proprio per mano del Camaro

La partita si infiamma e ci prova ancora Fugazzotto dall’altra parte ma il suo tiro è fuori misura. Al 38′ è D’Angelo a rendersi pericoloso con un tiro a giro, smanacciato da un ottimo La Fauci. Al 42′ il Città di Messina trova il pari: l’arbitro assegna un calcio di punizione dal limite molto dubbio in favore degli ospiti, tra le proteste dei padroni di casa. Parte Ballarò e trova un gran tiro che si insacca all’incrocio alla destra di La Fauci, ristabilendo la parità. Nel finale di frazione, un contropiede favorisce Galletta che, chiuso dall’uscita di La Fauci, manda a lato.
Nessun cambio ad inizio ripresa e subito un tentativo per parte: al 1′ termina alta la punizione di Ballarò, al 4′ sono i neroverdi a rendersi pericolosi con un cross di Russo che costringe Campanella al retropassaggio di petto che quasi inganna Papale, bravo a deviare sulla linea. Al 7′ primo cambio nel Camaro: Scarantino rimpiazza Cutè. Al 9′ si rivede il Città di Messina prima con un diagonale di D’Angelo neutralizzato da La Fauci, poi con un colpo di testa di Casella respinto ancora dal portiere di casa. Al 13′ l’arbitro allontana Roberto Pasca, tecnico degli ospiti, per proteste e la gara si innervosisce ulteriormente. Passano 6 minuti e il direttore di gara fischia il secondo rigore del match per un contatto tra Casella e Puzone, con quest’ultimo che riceve anche il secondo giallo e viene espulso. Inutili le preste del Camaro per la sospetta posizione irregolare dell’attaccante avversario al momento del passaggio di Galletta. Dal dischetto va nuovamente Casella ma stavolta l’angolo è giusto e la palla è in rete. Nel frattempo l’espulsione di Puzone costringe Romeo ad effettuare un cambio: dentro Marchese, che affianca Lauro al centro della difesa, fuori Fugazzotto. Al 23′ Scarantino ci prova di sinistro dal limite ma il suo campanile si perde alto di poco. Il Camaro prova a reagire ma fatica ad avvicinarsi alla porta avversaria. Le occasioni in questa fase latitano e l’arbitro continua ad estrarre cartellini da una parte e dall’altra: gialli in rapida successione per Russo, Galletta, Mazzullo e Comandè. Il conto finale degli ammoniti sarà di dieci giocatori, sei di casa e quattro per gli ospiti. Nel finale, al 37′, dentro anche il centrocampista classe ’99 Kevin Venuti, al debutto in prima squadra, che rimpiazza Comandè. In pieno recupero ci prova nuovamente Casella ma il suo sinistro non impensierisce La Fauci, bravo a respingere. Termina così: il Camaro cade in casa e pone fine alla serie positiva di quattro risultati utili consecutivi. I neroverdi torneranno in campo mercoledì nel ritorno degli ottavi di finale di Coppa Italia contro il Real Aci: al “Comunale” di Acireale si ripartirà dal 3-0 dell’andata in favore della squadra di Ciccio Romeo. Sabato nuovo match di campionato in casa del Città di Mistretta.

Il tabellino. Camaro – Città di Messina 1-2
Marcatori: 21′ pt Fugazzotto (C), 42′ pt Ballarò (CdM), 19′ st rig. Casella (CdM).
Camaro: La Fauci, Comandè (37′ st Venuti), Mondello, Russo, Puzone, Lauro, Cappello, Cutè (7′ st Scarantino), Fugazzotto (19′ st Marchese), Al. Bonamonte, La Rocca. A disposizione Nastasi, Keita, An. Bonamonte, Mangano. Allenatore: Ciccio Romeo.
Città di Messina: Papale, Campanella, Scarfì, D’Alessandro, Fragapane, Bombara, D’Angelo, Ballarò (34′ st Di Stefano), Casella, Mazzullo (17′ st La Vecchia), Galletta (29′ st Libro). A disposizione Gervasi, Tiano, Di Pietro, Calogero. Allenatore: Pasca.
Arbitro: Ferdinando Emanuel Toro della sezione di Catania. Assistenti: Giuseppe Torre e Giuseppe Nazareno Caruso della sezione di Barcellona Pozzo di Gotto.
Note – Ammoniti: 14′ pt Mondello (C), 26′ pt Cappello (C), 26′ pt Casella (CdM), 36′ pt Lauro (C), 1′ st Puzone (C), 11′ st Russo (C), 15′ st Galletta (CdM), 16′ st Mazzullo (CdM), 27′ st Comandè (C), 42′ st D’Angelo (CdM). Espulsi: 18′ st Puzone (C) per doppia ammonizione. Recupero: 2′ pt, 4′ st.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti