Il Gruppo Zenith Messina cede in casa al Gravina, ai playout sfiderà l’Agatirno

basketCaldwell circondato dagli avversari (foto di Vincenzo Nicita Mauro)

Brutto scivolone interno del Gruppo Zenith Messina. Nella gara che avrebbe potuto regalare la migliore posizione nella griglia dei playout, gli scolari incappano in una inspiegabile prestazione, soprattutto nella seconda parte del match. La sconfitta (82-72) subita contro lo Sport Club Gravina, complica i piani della squadra peloritana che nei playout affronterà la Nuova Agatirno, disputando gara-1 al PalaFantozzi, il ritorno al PalaTracuzzi e l’eventuale gara-3 ancora in casa dei paladini. Gli etnei, con il successo ottenuto in riva allo Stretto, conquistano una meritata salvezza, ma Messina deve recitare il mea culpa per l’evitabile inversione di tendenza.

basket

(Fathallah in azione. foto di Vincenzo Nicita Mauro)

Eppure la gara non era iniziata male per la squadra allenata da Francesco Anselmo. Dopo il canestro iniziale di Ilic, Messina scappa sul +7 (9-2), costringendo coach Marchesano a chiamare time out. Nonostante il 5-0 di parziale, firmato Barbera e La Mantia, i messinesi con Caldwell e Buono si riportano sul +6, e chiudono al 10’ sul 20-11, grazie ai canestri di Mazzù, subentrato a Buono gravato di due falli. Nel secondo periodo si segna parecchio, inizia Caldwell con una tripla che regala il massimo vantaggio ai suoi (23-11). Gravina reagisce con Ilic e Casiraghi, ma è capitan Mazzù a tenere a distanza gli etnei (32-24).  Dopo il botta e risposta dai 6,75 fra Casiraghi e Caldwell, il Gravina accorcia con Casiraghi 37-32, ma già coach Anselmo aveva notato problemi nella sua squadra. Nemmeno il time out cambia l’inerzia dalla gara, infatti l’8-0 realizzato da La Mantia (due triple) e Santonicito, regala il vantaggio agli ospiti al 20’ (37-40).

basket

(Mazzù nel cuore della difesa avversaria. Foto di Vincenzo Nicita Mauro)

La conferma che he le cose non vadano per il verso giusto si ha al ritorno in campo. Messina non difende più come prima e la sua manovra è meno fluida in attacco. Ne approfittano i tiratori del Gravina, soprattutto La Mantia. Il Gruppo Zenith cerca di reagire, ma il solo Caldwell non basta, nemmeno Mazzù e Fathallah riescono a fermare la fuga degli ospiti, che toccano il +17 sul 50-67, per poi chiudere alla mezzora sul 53-69. Sedici punti da rimontare sono difficili per tutti, ma diventano impossibili per questa Basket School, che tenta una reazione (58-69) con Mazzù, Buono e Fathallah, ma la risposta avversaria è immediata e frutta il +19 (58-77). Messina fino all’ultimo tenta di rientrare, ma gli sforzi risulteranno vani e alla fine riuscirà solo a rendere meno pesante la sconfitta dal punto di vista del punteggio.

Peccato per aver gettato al vento un’occasione importante, adesso bisogna ripartire ed evitare gli errori commessi, alle porte ci sono i playout: Carnazza e compagni non potranno più sbagliare.

basket

(Buono marcato da Casiraghi. Foto di Vincenzo Nicita Mauro)

Gruppo Zenith Messina – Sport Club Gravina 72-82

Parziali: 20-11; 17-29 (37-40); 16-29 (53-69); 19-13

Gruppo Zenith Messina: Speciale n.e , Di Dio n.e., Fathallah 10, Weglinski 9, Buono 10, Carnazza 4, Trimarchi, Mazzù 13, Corazzon, Caldwell 26. Allenatore: Francesco Anselmo

Sport Club Gravina: La Mantia 23, Casiraghi 18, Barbera 2, Paglia, Spina 5, Ilic 15, Santonocito 2, Alì n.e., Livera 9, Consoli 8. Allenatore: Giuseppe Marchesano

Arbitri: Di Giorgi e Miragliotta di Palermo

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti