Gioia nel derby per il Gescal. Contro la Messana arriva la prima vittoria

GescalL'esultanza del Gescal per la prima vittoria in campionato

Il Gescal si rialza nel match più atteso e difficile. I biancoverdi si mettono alle spalle le due sconfitte consecutive contro Gioiosa e RoccAcquedolcese e si prendono tre punti d’oro nel derby “esterno” contro la Messana, battuta 3-1. Gara ancora più complicata per l’emergenza portieri: out per guai fisici sia Arrigo (solo panchina) che Frisone e tra i pali va Maisano, appena tesserato; in attacco, invece, torna Fabio La Rocca, con Sturniolo e Marino.

Messana

Una fase della sfida tra Messana e Gescal

Avvio di marca giallorossa con i tentativi di Mondello e Cardia, imprecisi, mentre al 23’ più pericoloso il diagonale di Amante, che finisce a lato. Il Gescal gioca con attenzione e, al 26’, trova il vantaggio: la punizione dai 25 metri di Ballarò è perfetta e non lascia scampo a Lima. Lo 0-1 esalta i biancoverdi che, al 29’, vanno vicini al raddoppio con lo stesso Ballarò, murato da Angrisani, e poi Cordima ferma Marino. Al 35’ la reazione della Messana: Amante trova Cardia che calcia e supera Maisano, ma è provvidenziale Cucinotta che salva sulla linea. Un brivido scacciato via con il raddoppio al 37’: Pa serve di tacco Sturniolo, cross e stupenda rovesciata di La Rocca respinta da Lima, quindi si avventa Marino che firma lo 0-2, che manda le squadre al riposo.

D'Amico

Il rigore di D’Amico

Nella ripresa è la Messana a spingere subito con Mondello, che calcia sul fondo al 3’, mentre poco dopo Sturniolo colpisce male da buona posizione. I giallorossi, costretti a spingere, impensieriscono ancora Maisano con Cardia (parato) e Santi Mangano (fuori). Lo stesso attaccante si riscatta al 9’, quando sfrutta al meglio il cross di Mondello e riapre la gara. È ancora la Messana a farsi vedere in attacco con Crucitti e Ardiri, che non inquadrano lo specchio, mentre Zappalà, al 25’, ha la palla del tris ma il suo pallonetto davanti a Lima si perde oltre la traversa. Al 33’ anche Cordima, su angolo di Mondello, cerca la via del gol ma manda a lato, mentre il finale, con 5’ di recupero, è ricco di colpi di scena. Al 48’ D’Amico viene atterrato in area giallorossa, ma l’arbitro non interviene, quindi Cordima recupera la sfera e prova la conclusione dalla grande distanza e colpisce la traversa. Sul capovolgimento di fronte, Ballarò serve D’Amico, che entra in area e viene messo giù da Cordima: questa volta è rigore e secondo giallo per il difensore con conseguente rosso. Dal dischetto va lo stesso D’Amico che chiude i conti e sancisce il successo biancoverde. C’è ancora il tempo per l’ultima emozione: alla ripresa del gioco, Mondello calcia subito verso la porta e, con la deviazione di Maisano, colpisce la seconda traversa del match. Il risultato, però, non cambia più e il Gescal può festeggiare la prima vittoria in campionato che rappresenta un importante risultato sia per la classifica che per il morale, anche in vista del prossimo derby, ancora al “Despar Stadium”, contro l’Atletico Messina.

Gescal

D’Amico ancora una volta a segno

Messana-Gescal 1-3
Marcatori: 26’ Ballarò (G), 37’ Marino (G), 9’ st Mangano S. (M), 48’ st (rig.) D’Amico (G).
Messana: Lima, Crucitti, Foti (42’ Ardiri), Lo Presti (42’ Romeo), Cordima, Angrisani, Gazzetta (42’ st Bardetta), Brancati (1’ st Mangano S.), Amante (28’ st Pintabona), Cardia, Mondello. A disp.: Picciolo, Alleruzzo, Mangano V., Canale. All.: Lucà.
Gescal: Maisano, Cucinotta (21’ st Zappalà), De Salvo, Giordano G., Tiano, Di Stefano, Pa, Ballarò G., La Rocca F. (14’ st D’Amico), Marino (12’ st Casale), Sturniolo (30’ st Ventra). A disp.: Arrigo, Parrinello, Ballarò C., Supino, La Rocca S.. All.: Di Maria.
Arbitro: Arculeo di Catania.
Assistenti: Di Paola e Litrico di Catania.
Note – Ammoniti: Gazzetta (M), Angrisani (M), Pa (G), Zappalà (G), Cordima (M) Espulsi: 48’ st Cordima (M – doppia ammonizione).

The following two tabs change content below.