Foresta: “Aspetto il mio primo gol. Contro il Catania a Milinkovic avrei staccato la testa…”

Foresta sguscia via (foto Denaro)

Il “motorino” del centrocampo del Messina è tornato dal 1′, risultando tra i migliori in campo. Ecco il commento di Giovanni Foresta dopo la preziosa vittoria contro il Monopoli: “Mi stanno facendo tutti i complimenti, ma oggi è stata la squadra per intero da ritenere come migliore in campo. Fino al 90′ ci abbiamo messo il cuore e la testa, il merito va diviso tra tutti. Ci sono delle partite in cui bisogna saper soffrire. Abbiamo dominato nel primo tempo, calando un po’ nella ripresa, però siamo stati bravi a portare a casa i tre punti. Sono rimaste dieci partite, saranno tutte delle finali, non potremo mai sbagliare e dobbiamo continuare a giocare come oggi”.

I tifosi della curva Sud

La pubalgia lo aveva tenuto a lungo fuori, privando Lucarelli di una pedina importante: “Soffrivo moltissimo a stare a casa, sono rientrato dopo due mesi e sono molto contento, voglio dare una mano alla squadra. Aspetto la prima rete con il Messina, vorrei andare ad esultare sotto la curva, anche perché un centrocampista qualche gol deve farlo. A me interessa soprattutto metterci il cuore per questi tifosi e per la maglia, l’importante è raggiungere la salvezza. Dobbiamo pensare da subito alla partita di Caserta. Se andremo lì a conquistare i tre punti poi diventerà più facile ottenere la salvezza”.

L’episodio del mancato assist ricevuto con il Catania, con protagonisti Milinkovic e Foresta, è stato uno degli argomenti della settimana: “A Milinkovic avrei voluto staccare la testa (ride, ndr), ma alcuni episodi nel calcio ci stanno e lui ha provato l’uno contro uno che era anche giusto, evidentemente dovevamo perdere quella partita”. 

Commenta su Facebook

commenti