Fc, Aliaga e Siaj a Messina per la firma. Lodi e Caballero dovrebbero partire

LodiLodi celebra un gol con Piccioni e Agnelli (foto Ciccio Saya)

Non è ancora entrato nel vivo il mercato del Fc Messina, che deve ricostruire praticamente da zero l’organico, in vista dell’inizio della preparazione estiva. Domenica 22 agosto potrebbe tenersi il raduno propedeutico alle visite mediche, ma tutto è legato alla scelta della sede del ritiro, ancora in via di definizione. Il ritardo accumulato e le strutture già occupate da altri club hanno già imposto alcuni cambi di programma. La dirigenza è chiamata anche a sciogliere le riserve sullo staff dei collaboratori, convocati per discutere la permanenza o concludere il rapporto, come è accaduto con tanti protagonisti dell’ultimo biennio.

Agnelli

Agnelli potrebbe essere tra i pochi superstiti (foto Marco Familiari)

In tal senso tra i pochissimi superstiti del passato torneo potrebbe esserci il centrocampista foggiano Cristian Agnelli, che ha collezionato 20 presenze con due reti, due assist ma soprattutto il piglio del leader. Nonostante il biennale sottoscritto in precedenza, sembrano più lontani dallo Stretto sia Ciccio Lodi che Pablo Caballero. L’ex centrocampista del Catania è stato il migliore marcatore di squadra, con 13 reti e 4 assist, in appena 22 gare, ma è seguito con insistenza da Acireale e Giarre. Otto marcature e quattro assist invece per l’attaccante argentino, il cui bilancio è macchiato da infortuni e qualche errore di troppo sotto porta. Nel suo futuro sembra esserci un ritorno in Spagna.

Sul fronte delle trattative in entrata, gli unici passi avanti concreti sono rappresentati dall’approdo in riva allo Stretto dell’attaccante giordano Jaime Siaj e del difensore spagnolo José Carlos Aliaga, che potranno così formalizzare l’accordo già verbale e legarsi ufficialmente al club. Siaj vanta esperienze negli Stati Uniti, in Spagna e addirittura in Kuwait. Aliaga è un ’99 cresciuto nel vivaio dell’Atletico Madrid, con cui vanta sette presenze nella Youth League, la Champions giovanile. Poi una cinquantina di gettoni nella Segunda Division.

Fc Messina

L’attaccante Jaime Siaj dovrebbe legarsi al Fc Messina

Due scommesse da parte del club, che in passato ha pescato autentici “jolly” come Kilian Bevis ma ha anche subito alcune cocenti delusioni. Aliaga non rientrerà peraltro tra gli under, dal momento che nella D edizione 2021/22 sarà obbligatorio schierare un 2000, un 2001, un 2002 e un 2003 nell’undici di partenza. La società è convinta che lo status di comunitari dovrebbe scongiurare complicazioni sul fronte del tesseramento.

Si lavora per la definitiva definizione dell’accordo con il 26enne Milan Basrak, in Italia già a Catanzaro, dove firmò 25 presenze e quattro reti, una decisiva nel playout con la Vibonese alla retrocessione in D. Dopo le esperienze tra Bosnia, Albania e Malta, nell’ultimo biennio 12 reti nella serie B serba con le maglie di Smederevo e Jagodina. Sembra percorribile l’ipotesi del prestito del promettente portiere romeno Alexandru Borbei, classe 2003, dal Lecce, con cui ha collezionato 18 apparizioni in Primavera.

José Carlos Aliaga

José Carlos Aliaga in azione con la maglia dell’Osasuna

Infruttuosi invece i contatti con l’esperto difensore crotonese Andrea Venneri, che si era già accordato con l’Asti e rispetterà la parola data nonostante il legame con il ds giallorosso Grabinski, e il centrocampista Vincenzo Gatto, reduce da un’ottima annata nel Trento. Il napoletano si è legato all’ambizioso Siena, che dopo il ripescaggio ha invece congedato l’attaccante messinese Giovanni Ricciardo. In D ai tempi della pandemia è possibile cambiare più volte squadra in corsa, vestendo fino a un massimo di cinque differenti casacche in un’unica stagione (il limite è di tre per chi scende dai professionisti), ma la corte serrata del Fc non è bastata.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma