Eccellenza: Il Rometta in formazione d’emergenza proverà a fermare il Catania San Pio X

Guido De Maria

Turno casalingo per il Rometta, che dopo la sconfitta di Acireale è chiamato al pronto riscatto. Gli ultimi risultati negativi stanno compromettendo quanto di buono i tirrenici avevano saputo fare nel primo scorcio di campionato, adesso la situazione è divenuta abbastanza delicata. La squadra del tecnico Guido De Maria, è scivolata in penultima posizione ed è attesa da un impegnativo confronto interno con il Catania San Pio X, formazione che si è inserita prepotentemente in zona play off.

Una formazione del Rometta

Una formazione del Rometta

Ad innalzare il livello di difficoltà della gara con gli etnei, oltre per la caratura dell’avversario, si aggiungono le tante assenze che hanno ridotto all’osso l’organico a disposizione del tecnico romettese, infatti i tirrenici saranno privi di alcune pedine fondamentali, per via di squalifiche ed infortuni. Salteranno il match i due centrali di centrocampo, Giovanni Arena e Pier Paolo Ricciardo, che sconteranno l’ultimo turno di stop imposto dal giudice sportivo; fermi ai box per acciacchi vari, i difensori Ivan Di Bella, Fabrizio Rotella e Daniele Sofia. Inoltre qualche altro calciatore rossoblu non è al top della condizione, per cui si dovrà valutare se potrà essere impiegato contro la formazione catanese. Tra questi il difensore Ivan Cordima, il quale con molta probabilità verrà mandato in campo dal primo minuto anche se non ha ancora i novanta minuti nelle gambe.

Scelte obbligate, dunque, per il trainer De Maria che dovrà schierare gioco forza una formazione dettata dalle circostanze attuali non certo brillanti, e dovrà attendere poco prima del fischio d’inizio per sciogliere i dubbi per formare l’undici da opporre alla compagine catanese, che giungerà in terra messinese con l’obiettivo di bissare il successo ottenuto nel match di andata.

Dirigerà il confronto tra Rometta e Catania San Pio X, il siracusano Paolo Matarazzo, assistenti di linea saranno i palermitani Emanuele Gargano ed Emilio Micalizzi.

Commenta su Facebook

commenti