Due Torri stangato: una gara a porte chiuse e inibizione per Raffaele fino al 30 aprile

Una formazione del Due Torri
Una formazione del Due Torri

Una formazione del Due Torri

Stangata del Giudice sportivo di Serie D nei confronti del Due Torri. In relazione ai fatti accaduti nel match con il Noto, finito sul risultato di 2-2, il club di Gliaca di Piraino è stato punito con una gara da disputarsi a porte chiuse “per avere propri sostenitori, per la intera durata della gara, rivolto espressioni gravemente ingiuriose e minacciose all’indirizzo degli Ufficiali di gara reiterando la condotta anche al termine della gara nei pressi dello spogliatoio. Al termine del primo tempo, persone non iscritte in distinta, ivi presenti grazie al mancato controllo degli accessi, rivolgevano espressioni ingiuriose e minacciose all’indirizzo degli Ufficiali di gara. Al rientro sul terreno di gioco dopo l’intervallo, persona non iscritta in distinta ma chiaramente riconducibile alla società si avvicinava al Direttore di gara rivolgendogli espressioni irriguardose tenendo condotta minacciosa e al contempo tirandogli i peli delle braccia. Al termine della gara, due persone non identificate e non iscritte in distinta, insieme ad un dirigente della società, e oggetto di separata sanzione, quindi chiaramente riconducibile alla stessa, accerchiavano gli Ufficiali di gara nel piazzale davanti gli spogliatoi, rivolgendo loro proteste, minacce ed insulti in modo veemente, cessando la condotta solo grazie all’intervento della Forza Pubblica. La Terna Arbitrale abbandonava l’impianto sportivo scortata dalle Forze dell’Ordine sino al vicino casello autostradale. Sanzione così determinata in ragione della recidiva specifica reiterata ( CU 21 – 27 ) e in seguito alla diffida di cui al C.U. nº 27“. Niente pubblico, dunque, per la sfida del 23 febbraio con la Battipagliese.

Inibito, inoltre, fino al 30 aprile 2014 il vicepresidente esecutivo Antonio Raffaele allontanato nel corso del primo tempo per proteste nei confronti di un A.A., si posizionava in tribuna a ridosso di una della porte e da li rivolgeva espressioni irriguardose ed offensive all’indirizzo del Direttore di gara. Al termine del primo tempo, lo stesso rientrava sul terreno di gioco ed in modo plateale reiterava le proteste nei confronti dell’Arbitro, rivolgendogli espressioni irriguardose prendendolo sotto braccio. Desisteva dalla condotta solo grazie all’intervento delle Forze dell’Ordine. Al termine della gara il medesimo soggetto, insieme a due persone non iscritte in distinta, accerchiava gli Ufficiali di gara reiterando le proteste e rivolgendo espressioni minatorie ed ingiuriose all’indirizzo dei medesimi. Desisteva dalla condotta grazie ad ulteriore intervento delle Forze dell’Ordine”. Due gare, inoltre, al preparatore atletico Nunzio Bertano.

Questi gli altri provvedimenti per il girone I. Tra gli allenatori una giornata a Salvatore Gangeri (Nuova Gioiese). Tra i giocatori tre turni a Salvatore Russo (Cavese) e Girolamo Provenzano (Licata). Una giornata a Francesco Giraldi (Agropoli), Gaspare Paladino (Akragas), Fabio Oretti (Pomigliano), Tommaso Bianco e Christian Garofalo (Battipagliese), Adrian Bica Badan (Due Torri), Daniele Conti (Noto), Paolo De Cristofaro (Orlandina). Ammende: 2.000 euro e diffida all’Akragas; 400 euro a Rende e Savoia; 200 euro al Licata.

 

Commenta su Facebook

commenti