Due Torri, Cassaro non si butta giù: “Il 3-0 passivo troppo pesante”

Riccardo CassaroRiccardo Cassaro effettua una rimessa laterale

Sconfitto ma non ridimensionato. Il Due Torri si lecca le ferite dopo il brutto capitombolo di Sarno, che riporta sulla terra i ragazzi di Venuto dopo un inizio di stagione da incorniciare.

Il mister Venuto

Il mister Venuto

Tra i biancorossi regna la delusione più per il risultato che per la prestazione, visto che il 3-0 finale in favore della Sarnese punisce oltre misura i siciliani: “Gli episodi hanno influito molto più di quanto il risultato finale non dica – ha affermato Riccardo Cassaro – è vero che la Sarnese in casa è una delle squadre più temibili del torneo, loro sono stati bravi a capitalizzare al meglio tutte le occasioni che gli sono capitate. Purtroppo aver preso i primi due gol a pochi minuti di distanza l’uno dall’altro ci ha un po’ tagliato le gambe, anche perché da un punto di vista caratteriale ancora ci manca un pò di lucidità e freddezza ma è naturale essendo una squadra molto giovane. Però io credo che nonostante tutto abbiamo dimostrato di potercela giocare anche contro compagini più attrezzate di noi”.

Riccardo Cassaro non ci sta

Riccardo Cassaro non ci sta

Un bagno d’umiltà che ci voleva, adesso serve solo lavorare in silenzio per ritornare presto alla vittoria, senza dimenticare che l’obiettivo stagionale è e rimane la salvezza: “Partite così ti aiutano a crescere – ha dichiarato il difensore biancorosso – abbiamo una gran voglia di ritornare in campo e dimostrare il nostro valore già a partire dal match contro il Reggio Calabria. Abbiamo una gran voglia di riscatto, dobbiamo dare tutti il 100% senza mai dimenticare che il nostro reale obiettivo rimane la permanenza nella categoria. La nostra è una società che consente ai giovani di crescere, quindi partite come quelle di domenica possono capitare, non possediamo la qualità e l’esperienza di compagini come Siracusa, Vibonese o Marsala. Il mister? Era più deluso per il risultato”.

L'esultanza da gol di capitan Cassaro

L’esultanza da gol di capitan Cassaro

Adesso al di là del match di coppa contro i calabresi, la mente  è già rivolta al match contro Roccella, gara fondamentale per riprendere il feeling con i tre punti: “Indipendentemente se giochiamo in casa o in trasferta, la nostra forza è la nostra mentalità, puntiamo sempre a vincere affrontando l’avversario a viso aperto – ha continuato – anche domenica giocheremo per i tre punti che rappresenterebbero un altro mattoncino importante per raggiungere la salvezza il prima possibile”.

Commenta su Facebook

commenti