Di Napoli: “Tavares in gol senza allenamenti. In dieci nel momento migliore”

Il gol del pareggio realizzato da Diogo TavaresIl gol del pareggio realizzato da Diogo Tavares

Per il Messina in sala stampa, a commentare il pesantissimo pareggio strappato contro ogni avversità nel finale a Monopoli, c’è il tecnico Arturo Di Napoli, ovviamente soddisfatto per la rabbiosa reazione mostrata da un gruppo che pure è stato messo in piedi in fretta e furia: “Nel nostro momento migliore Burzigotti purtroppo è scivolato ed è finito sull’uomo che marcava e c’è stata l’espulsione. Peccato davvero: avevamo ormai preso le misure dell’avversario e avevamo costretto i padroni di casa a ripiegare nella loro metà campo”.

Esordio positivo per il Messina ed i suoi tifosi a Monopoli

Esordio positivo per il Messina ed i suoi tifosi a Monopoli

Ai microfoni di Giovanni Mavilio, “Re Artù”, all’esordio assoluto sulla panchina del Messina, giudica comunque giusto l’1-1 del “Veneziani”: “Loro sono stati bravi a trovare il vantaggio e noi altrettanto nel crederci fino alla fine, anche con un uomo in meno. Abbiamo buttato il cuore oltre l’ostacolo, non mollando mai. Questo è l’atteggiamento che voglio dalla mia squadra, dai miei ragazzi. Conquistiamo un buon punto su un campo molto difficile e quindi torniamo a casa molto soddisfatti”.

Compensato con l’abnegazione ed il sacrificio anche il temuto ritardo di preparazione, al cospetto di una squadra che aveva invece iniziato già prima ad allenarsi, al di là del ripescaggio maturato in extremis: “E’ chiaro che quando non lavori con la squadra con continuità per almeno due o tre settimane certi automatismi ti vengono a mancare. Tavares lo abbiamo appena tesserato, è rientrato dal Portogallo e l’ho buttato nella mischia senza che si fosse mai allenato prima con i nuovi compagni… Ieri sera era ancora in aeroporto e ci ha raggiunto direttamente in ritiro ma avevamo la necessità di avere uno di peso davanti e quindi…”. 

Fanno festa i tifosi giallorossi. In Puglia un punto preziosissimo

Fanno festa i sostenitori giallorossi. In Puglia subito un punto preziosissimo

Il turno infrasettimanale in Campania è già alle porte e quindi Di Napoli è già proiettato alla nuova sfida: “Siamo ancora un cantiere aperto ma ho già visto una squadra composta. Mercoledì a Benevento ci attende un’altra battaglia. Il nostro obiettivo è la salvezza, credo sia altrettanto per il Monopoli e quindi è un pari che pesa. Dobbiamo cercare di mantenere la categoria, dopo vedremo. Non so nemmeno io dove possa arrivare questa squadra”.

In una prestazione quasi perfetta a dispetto dell’inferiorità numerica e delle inevitabili difficoltà sulla tenuta atletica, peraltro mascherata al meglio, il tecnico del Messina individua un’unica pecca: “Una nota stonata? Il coraggio che a tratti ci è mancato. Dovevamo essere più coraggiosi. Avevamo preparato la partita in una certa maniera, aspettandoli sulla trequarti perchè loro giocavano a tre con molti palloni appoggiati agli attaccanti per andare dentro. Una volta deciso che dovevamo aggredirli più alti avremmo dovuto farlo tutti assieme. Ma questi sono automatismi che verranno automatici nel tempo”.

Commenta su Facebook

commenti