De Bode (VIDEO): “Che emozione segnare davanti a mio padre”. Silvestri (VIDEO): “Ci siamo divertiti”

La gioia di De Bode dopo il gol (foto Luca Maricchiolo)
La gioia di De Bode dopo il gol (foto Luca Maricchiolo)

La gioia di De Bode dopo il gol (foto Luca Maricchiolo)

Primo gol in maglia giallorossa dal sapore speciale per Alessio De Bode. Il difensore del Messina, andato a segno con un colpo di testa, la sua specialità, aveva pronta la dedica: “Non vedevo mio padre da mesi ed era venuto dall’Olanda per essere presente al San Filippo. E’ stata una grande emozione segnare davanti a lui. Ringrazio pubblicamente Quintoni per l’assist, neanche in Serie A capita di vedere un cross come quello. Io sono stato bravo a farmi trovare al posto giusto nel momento giusto”.

“Il Teramo ci ha colpito alla prima occasione creata, non avendo mai impensierito prima Lagomarsini – prosegue De Bode nella sua analisi – Conoscevamo la loro pericolosità su calcio piazzato e ci siamo fatti sorprendere, ma va sottolineata anche la loro bravura. Domenica scorsa a Sorrento, comunque, non avevamo minimamente rischiato sulle palle inattive”.

Sul cambio alla guida tecnica De Bode si esprime così: “Serviva una scossa. Ora abbiamo nuovi schemi e soprattutto maggiore consapevolezza nei nostri mezzi. Adottiamo lo stesso modulo, ma interpretandolo diversamente. Inoltre non ci accontentiamo più del pari, anzi siamo rammaricati per la mancata vittoria. Forse un paio di mesi fa per un punto contro la prima in classifica avremmo fatto salti di gioia”.

Il giocatore di origini olandesi in azione (foto Luca Maricchiolo)

Il giocatore di origini olandesi in azione (foto Luca Maricchiolo)

Sul suo rendimento, inizialmente frenato da squalifiche e infortuni, infine, aggiunge: “Spero di aver trovato finalmente continuità. Sono alla quarta partita di fila, in un ruolo che richiede tanta corsa, non propriamente tra le mie caratteristiche”.

Luigi Silvestri, sfoggiando il nuovo taglio alla mohicana, spiega simpaticamente in questo modo le ragioni alla base del suo look: “Tutti parlavano della forza del Teramo primo in classifica ed io ho optato per un taglio cattivo, quasi da ignorante. Ha portato bene”.

Sull’1-1 con il Teramo l’ex della Salernitana si dice ampiamente soddisfatto per quanto prodotto dalla squadra e sottolinea un aspetto chiave: “Sembrava una partita di un’altra categoria. Ci siamo divertiti e torniamo a casa felici, ma non abbiamo fatto ancora nulla, siamo più lontani dall’ottavo posto e dobbiamo migliorare. Il carattere non è mai mancato, ma ultimamente siamo cresciuti sotto il punto di vista del gioco. Se il Messina è quello di oggi non mi preoccupa affatto il gap da chi ci precede”. 

L’ennesimo cartellino giallo lo costringerà, però, a saltare l’ultimo appuntamento dell’anno a Martina Franca. “Otto ammonizioni in tredici gare sono tante, cercherò di migliorare anche in questo. Il modulo è il mio preferito e lo “zio” Ignoffo aiuta sempre tutti, occorre maggiore attenzione per evitare di subìre gol. La convocazione nell’Under 20 di Lega Pro ? Sono contento di ritornare a Coverciano insieme a Lagomarsini, ci consente di metterci in gioco con ragazzi anche di categorie superiori”. 

L’intervista video con il difensore Luigi Silvestri:

L’intervista video con il difensore Alessio De Bode:

Commenta su Facebook

commenti