Coppa Italia, l’Akragas piega 2-1 il Due Torri e passa il turno

Pitarresi ci prova supportato da Acquaviva e Duro

E’ l’Akragas ad accedere agli ottavi di finale della Coppa Italia di serie D. I biancazzurri superano 2-1 il Due Torri all’Esseneto ed incontreranno nel turno successivo la vincente di Monopoli-Francavilla, match in programma mercoledì 29. Prosegue, dunque, il momento no della formazione di Venuto, già scottata dalla recente batosta casalinga in campionato per mano del Sorrento. Prima in panchina fortunata, invece, per il neo tecnico agrigentino Vincenzo Feola. Dopo una prima conclusione tentata da D. Arena, l’Akragas passa già al 3′. A segno Astarita, sugli sviluppi di un corner battuto da N. Arena. L’1-0 consente ai padroni di casa di mettere subito la gara in discesa. D. Arena si rende pericoloso all’11’, ma il suo tiro viene ribattuto da un difensore ospite. Alla mezz’ora è quindi Assenzio a provarci, con la sfera che termina di poco a lato. La replica del Due Torri è affidata ad una botta fuori misura di Puntoriere. Al 40′ l’Akragas resta però in dieci per l’espulsione per doppia ammonizione comminata a De Rossi e la sfida si riapre. In superiorità numerica la formazione di Venuto prova infatti a reagire. Lo Monaco sventa la minaccia sul tentativo di Pitarresi.

Vibranti proteste all'indirizzo della terna

Vibranti proteste all’indirizzo della terna

Nella ripresa ha inizio la girandola di cambi: da una parte dentro Dentice e Meloni per Trofo e Chiaria, dall’altra Provenzano per Pitarresi, mentre Traviglia rileva Scolaro. Gli ospiti vanno vicini a pareggiare i conti con Scaffidi e soprattutto recriminano per il gol annullato a Puntoriere. Al 20′, invece, l’Akragas trova il raddoppio grazie al calcio di rigore di Meloni che spiazza dal dischetto Paterniti. Di Bonaffini e Vindigni gli ultimi tentativi dei padroni di casa per arrotondare ancora il bottino. Si spegne sul fondo, quindi, il tiro di Saggio. Nel finale il Due Torri riesce soltanto a dimezzare lo svantaggio, in virtù del rigore trasformato al 3′ di recupero da Provenzano che fissa il risultato sul 2-1. Archiviata la Coppa i biancorossi, adesso, devono puntare a risalire la china in campionato. Al termine del match si registra, però, la dura presa di posizione del dg Ciccio Alessandro che punta il dito contro la direzione arbitrale: “Dopo quanto avvenuto domenica scorsa con il Sorrento siamo stati ancora costretti a fare i conti con un arbitraggio che ha inciso in modo determinante sull’esito della gara. Il calcio di rigore concesso all’Akragas è decisamente generoso, mentre ci è stato negato un gol regolarissimo di Puntoriere. Anche i calciatori locali hanno ammesso che si trattava di una rete assolutamente valida”.

La perplessità di mister Venuto

La perplessità di mister Venuto

AKRAGAS-DUE TORRI 2-1
Akragas: Lo Monaco, De Rossi, De Angelis, Baiocco, Vindigni, Astarita, Assenzio, Trofo (1′ st Dentice), Chiaria (12′ st Meloni), N. Arena, D. Arena (33′ st Bonaffini). A disp. Scalese, Terminiello, Risolo, Aprile, Catania, Savanarola. all. Feola
Due Torri: Paterniti, Saggio, Acquaviva, Pitarresi (1′ st Provenzano), Cassaro, Galati, Scolaro (9′ st Traviglia), Arradovic, Puntoriere (21′ st Tropea), Scaffidi, Gaglio. A disp. Ingrassia, Tricamo, Cassese, Duro, Cicirello, Calafiore. all. Venuto
Arbitro: Meleleo di Casarano
Marcatori: 3′ pt Astarita (A), 20′ st Meloni su rigore (A), 48′ st Provenzano su rigore (DT)
Espulsi: 40′ pt De Rossi (A) per doppia ammonizione. Ammoniti: Arradovic (DT), Lo Monaco (A)

Commenta su Facebook

commenti