Città, Siracusano: “Pronti ad avere una casa tutta nostra. Vogliamo ancora crescere”

Gabriele Siracusano

Il Città di Messina sogna ad occhi aperti. La vetta del campionato continua ad appartenere ai ragazzi di mister Furnari, mentre la società pensa al proprio futuro. Il nodo principale è senza alcun dubbio il terreno di gioco dove poter disputare le partite casalinghe. La società guidata da Maurizio Lo Re si sta guardando intorno per creare una struttura che possa diventare stabilmente la loro casa, per far allenare la prima squadra e disputare gli incontri ufficiali.

La dirigenza del Città di Messina

Il vicepresidente Gabriele Siracusano fa il punto della situazione: “Il “Garden Sport”, dove giochiamo le partite casalinghe, ha visto confermata l’omologazione per il campionato di Eccellenza anche per la prossima stagione. Noi però, non è un mistero, saremmo alla ricerca di altro. Intanto finiamo il campionato e poi eventualmente vedremo come muoverci”.

La macchina, però, si è già messa in moto, con la società che ha chiesto al Comune di procedere secondo alcune eventualità: “Abbiamo inoltrato una richiesta al Comune – ha confermato Siracusano – la nostra volontà è quella di ampliarci. Attualmente per risultati siamo la seconda squadra cittadina, ambiamo a determinati traguardi e vorremmo avere una struttura adeguata alle nostre esigenze. La nostra avventura nacque al “Celeste”, abbiamo mantenuto quell’impianto in ottime condizioni, ma poi l’abbiamo dovuto lasciare dopo la retrocessione in Promozione, in quanto per quella categoria era troppo sovradimensionato. Siamo pronti a varie ipotesi, sia l’individuazione di un’area o di una struttura privata dove poter intervenire, oppure il Comune, nell’ottica del recupero, potrebbe individuare una struttura e noi provvederemmo a presentare il progetto. Ad esempio il campo dell’Annunziata potrebbe essere un’ipotesi, anche se c’è molto da fare”.

Esultanza dei giallorossi

In merito alle questioni di campo, Siracusano si stropiccia gli occhi davanti ad un Città di Messina che continua a guardare tutti dall’alto in basso: “Stiamo disputando una stagione straordinaria. Ci sono delle squadre molto più attrezzate di noi per vincere questo campionato, mi riferisco al Biancavilla, al Sant’Agata e allo Scordia. Credo che però i ragazzi stiano dando il massimo come lo sta dando la società. Una cosa è certa, non siamo lì per caso. La squadra si è sempre espressa su ottimi livelli, subiamo pochi gol e sfruttiamo le occasioni che ci capitano”.

Sulla gara di Caltagirone, squadra che all’andata giocò un brutto scherzo al Città di Messina, Siracusano aggiunge: “Non vi è nessun sentimento di rivalsa, sarà una partita che varrà tre punti importanti, esattamente come quella in casa del Real Aci. La gara d’andata fu molto strana, ancora dovevamo prendere le misure alla nuova categoria e abbiamo avuto qualche episodio sfortunato, però se pensiamo che abbiamo subito il gol del 2-1 poco dopo aver sfiorato il vantaggio ciò la dice lunga su come andò quel pomeriggio”.  

Commenta su Facebook

commenti