Champions, ultima chiamata per il Psg. Ma all’esordio c’è subito la Juventus

JuventusLa Juventus è pronta al prestigioso esordio europeo

Negli ultimi dieci anni c’è una squadra che sta riscrivendo la storia del campionato francese, la Ligue 1: il Paris Saint Germain. Nonostante gli ingenti investimenti non stanno però arrivando risultati adeguati a livello europeo. Prima del 2012, quando sono sbarcati i potenti e ricchi sceicchi con l’intento di vincere tutto, la squadra parigina aveva conquistato soltanto due campionati in tutta la sua storia, oltre a una Coppa delle Coppe nel 1996, rimasto l’unico trofeo internazionale ad oggi in bacheca.

Paris Saint Germain

Una bandiera del Paris Saint Germain

Dal 2012 i parigini hanno collezionato ben sette titoli nazionali consecutivi su otto e quest’anno puntano a confermarsi nuovamente Campioni di Francia. Oltre agli “scudetti”, sono arrivate 6 Coppe di Lega e ben 9 Supercoppe. Per ottenere questi risultati, la Qatar Investment Authority ha investito una quantità di denaro abnorme per accaparrarsi i migliori allenatori e i migliori calciatori per vincere sì in Francia, ma soprattutto, per primeggiare in Europa.

Costantemente presente, dunque, nella Uefa Champions League da una decade, i risultati in campo europeo non sono stati però brillantissimi: una finale nel 2020, persa contro il Bayern Monaco, e una semifinale nel 2021. A cui si aggiungono alcune remuntade subite davvero clamorose, dal 6-1 incassato dal Barcellona con tre reti arrivate nei minuti finali di gara dopo aver vinto l’andata 4-0, all’ultima eliminazione per mano del Real Madrid, con una tripletta di Benzema che ha annullato il doppio 1-0 fin lì maturato tra andata e primo tempo del match di ritorno.

Paris Saint Germain

Il Paris Saint Germain celebra una rete

Forse quest’anno può essere considerata come l’ultima occasione buona per cercare di vincere questo ambito trofeo, considerato anche che molti dei campioni in squadra sono un po’ avanti con l’età. La rosa è fitta di top player, ma è stato trattenuto a fatica Mbappè, il più forte di tutti ora, attratto dalle sirene del Real Madrid: difficile resti la prossima stagione. Con Lionel Messi e Neymar in attacco, Verratti, Renato Sanches e Sarabia a centrocampo, Donnarumma e in alternativa Navas in porta, il punto debole resta la difesa sempre un po’ allegra. Con questa grande qualità dal centrocampo in su, il PSG si presenta ai nastri di partenza come potenziale pretendente al titolo di Campione d’Europa.

Infatti, per chi segue le scommesse Champions League, la vittoria dei francesi, a bocce ferme, è quotata oggi a 6.00 insieme al Liverpool, e dietro solo al Manchester City che è a quota 4.0. Riusciranno i parigini in questa impresa così agognata? Gli avversari sono tanti, oltre alle inglesi già citate, il Bayern è tra le favorite a quota 8, poi ci sono le spagnole, il Barcellona di Lewandowski e il Real Madrid campione di Benzema e Modric quotato solo a 12 ma pronto a sovvertire i pronostici sul campo, così pure il Chelsea, e poi la Juventus di Max Allegri a 25, avversario nel girone e all’esordio. Le altre italiane, Inter a 31, Milan a 41 e Napoli a 61.

Juventus

La Juventus celebra una rete

L’esordio vedrà proprio Mbappé contro la squadra di Vlahovic, attesissimo dopo le splendide punizioni vincenti con Roma e Spezia, e dei volti nuovi Pogba e Di Maria, assenti per l’occasione. Nel girone anche Benfica e Maccabi Haifa. Per tentare l’ennesimo assalto al titolo europeo sempre sfuggito la Juventus non ha badato a spese, ingaggiando Paredes, Milik, Kostic, Bremer e il rientrante Gatti. Ci sono anche le partenze di Chiellini, Dybala e De Ligt da fronteggiare ma dopo tre eliminazioni agli ottavi i bianconeri e Allegri vogliono dimostrare che le finali del 2014/15 e del 2016/17 non sono state un caso e che il tabù può essere finalmente sfatato.

Autori

+ posts
The following two tabs change content below.