Camaro, Paludetti: ”Cammino importante. Ho segnato poco, posso fare di più”

Marco PaludettiMarco Paludetti del Camaro (foto Familiari)

Il Camaro di Pasquale Ferrara si prepara al big match di domenica prossima da disputare contro il Sant’Agata. A Gliaca di Piraino, i neroverdi saranno di scena in una delle due semifinali play-off in programma per il girone B.

Paludetti

Marco Paludetti in azione con la maglia del Camaro

Di questo ha parlato il centravanti Marco Paludetti: ”La differenza in questi casi viene dettata dall’approccio che hai alla partita. Contro il Sant’Agata dovremo rimanere concentrati dal primo all’ultimo minuto di gioco, poichè queste sfide secche, tra squadre che si equivalgono, vengono decise da episodi. La forza del gruppo ci ha spinti ad ambire a qualcosa di importante. Il nostro inizio non è stato sicuramente dei migliori. Purtroppo certe alchimie tra allenatore e squadra non si sono mai instaurate, anche se ritengo che mister Alacqua sia sempre un ottimo allenatore. Abbiamo alcuni valori importanti, siamo amici dentro e fuori dal campo e questa coesione secondo me è stata decisiva nei momenti più duri”. 

Paludetti

L’esultanza di Paludetti e compagni (foto Marco Familiari)

Paludetti ha successivamente fatto un bilancio personale della sua prima stagione in Eccellenza: ”Onestamente non mi ritengo soddisfatto della mia stagione. Ho segnato poco, soltanto quattro gol, anche se sono convinto di poter fare molto di più sotto questo aspetto. E’ stato il mio primo anno in Eccellenza, ho fatto un po’ fatica a capire a pieno i meccanismi di questo campionato. Fino a qualche anno fa giocavo in Prima Categoria con l’Atletico Messina e adesso, dopo quasi due anni di Camaro, posso affermare di essere cresciuto molto. Confrontarsi con questa realtà e con giocatori di un ottimo livello mi ha aiutato molto, soprattutto sotto il punto di vista atletico che ho di certo incrementato. Sono un giocatore diverso e spero di potermi rifare nella prossima stagione”. 

"Marullo"

Manto in sintetico e tribuna verde per il nuovo “Marullo”

Il centravanti ha infine concluso analizzando il lavoro svolto dalla sua società per la ristrutturazione dell’impianto del “Marullo”: ”La società ha un progetto importante ed ambizioso. La ristrutturazione del campo è il punto di partenza, una svolta che porterà tanto entusiasmo all’interno dell’organico, sia in prima squadra sia nelle giovanili. Ho sposato questo progetto anche per questa grande ambizione che contraddistingue il Camaro dalle altre società. Se il prossimo anno verrò confermato sarò ancora fiero di indossare questa gloriosa maglia, soprattutto nel nuovo “Marullo”.

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

Commenta su Facebook

commenti