Bush trascina il Licata alla vittoria. Il Green Palermo fallisce la prova di maturità

Il team del Green Basket Palermo

Seconda sconfitta esterna consecutiva per il Green Basket che perde punti preziosi a Licata, cedendo 80-75 complice una negativa gestione del match nella seconda metà. Non è una partita facile quella di Licata e lo si capisce fin da subito: nei primi minuti c’è grande equilibrio e la prima fiammata del Green arriva a metà primo quarto quando uno 0-5 firmato Karlo Lebo dà il vantaggio sull’11-15. Un margine che rimane inscalfibile sino a fine primo quarto, quando tra diversi errori al tiro le due squadre si concedono il primo mini-riposo sul 20-24.

Dario Provenzano (DG Studentesca Licata e il coach Ettore Castorina

Dario Provenzano (DG Studentesca Licata e il coach Ettore Castorina

La Studentesca è squadra tosta e combattiva, che non molla un minuto: 36 pari a metà secondo quarto nella più totale incertezza. Ci pensano allora Lombardo e Cacciavillani a spaccare il match: sono loro a lanciare uno 0-13 di parziale biancoverde che stende la squadra di Ettore Castorina. Poco prima del riposo Trevisano sancisce il 36-49 con cui si chiude una prima metà combattuta ma che in alcuni sprazzi ha visto momenti esaltanti del Green, pur su un campo caldo e complicato. E lo dimostra Licata a inizio terzo quarto, mostrando tanta personalità e bravura: l’americano Bush propizia con otto punti un break di 10-1 per i padroni di casa, che si avvicinano sino al -4 (46-50) facendo paura al Green, perchè in una sfida che vive di strappi e fiammate, l’imprevisto è sempre dietro l’angolo. Fazio in contropiede ricaccia indietro gli avversari (52-55 al 24°), ma è un fuoco di paglia perchè Licata trascinata da Caiola sigla un altro 8-0 e torna a condurre il match. Appena otto punti nel terzo parziale per il Green: il punteggio è 62-57 quando finisce il terzo periodo e la gara è esattamente quella che ci si aspettava alla vigilia, una battaglia di nervi, a basse percentuali, che si preannuncia combattuta fino alla fine.

Lombardo del Green Basket

Peppone Lombardo

Anche il Green, infatti, risponde colpo su colpo: mini-break di 0-5 per aprire il quarto e biancoverdi che impattano sul 62 pari. L’equilibrio costante per tutto il match fa arrivare le due squadre a giocarsi tutto nel finale: la squadra di coach Bonanno impatta sul 73 pari con una clamorosa giocata in “and one” di Trevisano. Ma la Studentesca nel finale ne ha di più siglando la tripla decisiva con Savarese a 24” (78-75), mentre dall’altra parte il tentativo del pareggio di Cacciavillani da tre fa dentro-fuori, inutile il fallo sistematico del Green nel finale. Finisce 80-75, scivolone esterno, contro una squadra di livello, che però lascia non pochi rimpianti considerato il vantaggio dilapidato nel corso della partita. Commenta così il match a fine gara il presidente del Green Fabrizio Mantia: «Brava Licata, che ha giocato una partita esemplare non mollando mai, anche nei momenti più difficili. Contro un buon Green, che però oggi ha fallito una prova di maturità, non riuscendo a fare il suo quando serviva, specie nel terzo quarto in cui non sono arrivati i punti per mantenere il controllo della partita».

Tabellino:

Studentesca Licata-Green Basket 80-75

Parziali: 20-24, 36-49 (16-25), 26-8 (62-57), 18-18 (80-75).

Green Basket – Gullo 11, Fazio 7, Lebo 11, Lombardo 18, Jovic 5; Cacciavillani 9, Trevisano 14, Tagliareni, Artioli ne, Lupo ne, Cerasola ne, Zingale ne. All. Bonanno, Vice: Verderosa.

Studentesca Licata – Bush 26, Fathallah 4, E. Caiola 17, Falanga 12, Savarese 13; Crucini 8, Di Pasquale, Milite ne, Peritore ne, G. Caiola ne. All. Castorina.

Arbitri: Luca Massari di Ragusa e Massimiliano Lucifero di Milazzo (ME).

Falli: Green 23 – Licata 23. Tiri liberi: Green 15/18 – Licata 19/24.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com