Biancavilla e Rosolini a braccetto, risale il Paternò. Reti bianche per Avola e Caltagirone

BiancavillaGioia Biancavilla

Si è giocato il quarto turno di campionato nel girone B di Eccellenza. Sabato si sono disputati tre match, due dei quali in riva allo Stretto. Al “Franco Scoglio” Pistunina superato in rimonta dal Città di Sant’Agata: Minissale ha firmato il vantaggio dei locali, mentre Cicirello e Calafiore hanno ribaltato il risultato per il definitivo 2-1.

Vittoria di rigore per il Città di Messina, a cui basta il penalty di Rasà per superare 1-0 l’ex capolista Giarre. Successo interno per lo Scordia, che batte 2-0 il Real Aci grazie alle marcature di Provenzano e Desi. Cinque le gare giocate domenica, incluso il ko esterno del Camaro sul campo dell’Atletico Catania.

In vetta alla classifica balzano Biancavilla e Rosolini, entrambe vittoriose tra le mura amiche: ai primi basta la rete di Messina per battere 1-0 il Città di Ragusa; tris per i secondi, che con le firme di Sammito, Cavarra e Melluzzo centrano il 3-0 sul San Pio X. Gara casalinga vincente anche per il Paternó: 2-0 contro lo Sporting Adrano grazie ai gol di Emanuele e Randis. 0-0 tra Avola e Caltagirone.

Paternò

Fase di gioco Paternò-Adrano

ECCELLENZA GIRONE B

RISULTATI 4ª GIORNATA
Atletico Catania – Camaro 1-0
Avola – Caltagirone 0-0
Biancavilla – Città di Ragusa 1-0
Città di Messina – Giarre 1-0
Città di Rosolini – S. Pio X 3-0
Città di Scordia – Real Aci 2-0
Paternò – Sporting Adrano 2-0
Pistunina – Città di Sant’Agata 1-2

CLASSIFICA
Biancavilla 10
Città di Rosolini 10
Giarre 9
Città di Sant’Agata 7
Città di Messina 7
Atletico Catania 6
Città di Scordia 6
S. Pio X 5
Caltagirone 5
Paternò 5
Camaro 3
Città di Ragusa 3
Sporting Adrano 3
Avola 3
Pistunina 1
Real Aci 1

PROSSIMO TURNO
Caltagirone – Città di Scordia
Città di Ragusa – Pistunina
Città di Sant’Agata – Camaro
Giarre – Città di Rosolini
Paternò – Atletico Catania
Real Aci – Biancavilla
San Pio X – Avola
Sporting Adrano – Città di Messina

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti