Betaland, il rammarico di Di Carlo: “Non abbiamo gestito al meglio i possessi decisivi”

Bowers (Betaland)

Queste le parole in sala stampa del coach della Betaland Capo D’Orlando Gennaro Di Carlo, sconfitta nel finale dalla Grissin Bon Reggio Emilia che riesce nell’intento di difendere il primato in classifica.
“Innanzitutto faccio i complimenti a Reggio, è stata più brava. Decisiva sono stati gli ultimi dieci minuti, dove siamo stati poco lucidi, dobbiamo migliorare. Ci sono stati dei momenti chiave, dei palloni che pesavano di più’ nella logica della partita e non li abbiamo giocati al meglio, dobbiamo rivedere con calma tutto per crescere. Nel terzo quarto abbiamo esaurito il bonus dopo un minuto e mezzo? Si, Reggio lí è rientrata, però io avevo impostato la partita con un certo atteggiamento difensivo, con una determinata aggressività. Può succedere che paghi questo a volte facendo troppi falli ravvicinati”.
Il collega Max Menetti non nasconde la propria soddisfazione per aver difeso la vetta della classifica di serie A Beko al termine di una gara complicatissima per le qualità di Capo d’Orlando e per via degli infortuni che hanno falcidiato il roster emiliano: “Era una partita difficilissima sotto tanti aspetti. Abbiamo giocato una partita con Trento che non ci era piaciuta e quindi ci tenevamo a fare bene, ma nel primo tempo non ci siamo riusciti e abbiamo avuto difficoltà. Poi però nel secondo tempo siamo riusciti a rimanere li con la testa e a fare le cose giuste per arrivare agli ultimi cinque minuti punto a punto per poi dare la spallata decisiva. Devo ringraziare Strautins e Bonacini, che han fatto una grande partita di sacrificio difensivo, ma sopratutto ringrazio Veremeenko che ha dato tutto e poi per il problema alla schiena non è più rientrato. Poi anche Lavrinovic, che ha avuto un problema al menisco, mi dicono serio, ma ha voluto comunque giocare. Lunedì farà gli accertamenti”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com