Alessandro: “A Palmi capiremo chi siamo. Confortanti indicazioni dai test estivi”

Furnari, Alessandro e FarinaIl tecnico del Città di Messina Furnari, il ds Alessandro e il socio Farina

Il Città di Messina si è regalato tre innesti negli ultimi tre giorni e ha così puntellato una rosa che resta numerosa (28 elementi), nonostante quattro contestuali partenze.

Cardullo e Siracusano

Il direttore generale Giovanni Cardullo e il vice-presidente Gabriele Siracusano agli Oscar del Calcio di MessinaSportiva

Il direttore sportivo Angelo Alessandro presenta così gli ultimi arrivi, partendo dalla difesa:Crucitti è un difensore che l’anno scorso ha giocato con la Messana, in Promozione. Il suo acquisto non è un azzardo, ha grande personalità e carattere e tecnicamente è bravo. Piace molto al mister, che ha apprezzato le sue qualità in questo mese di lavoro. Aggregato fin dal pre-ritiro di Mili, si è messo in luce anche ad Antillo”. 

In attacco le new entry sono rappresentate da Giacomo Graziano, prelevato in prestito dal Catania, e dall’argentino con passaporto spagnolo Santiago Feuillassier Abalo: “Il primo è reduce da un’esperienza importante a Rieti. Per il secondo il transfer dalla Svizzera è arrivato in tempo per l’esordio. Peccato per la ricaduta accusata da Portovenero, che ci priva di un’alternativa in mezzo al campo”.

Lo Re e Alessandro

Il presidente Maurizio Lo Re e il direttore sportivo Angelo Alessandro

L’impressione è che una rosa molto giovane potrebbe avere necessità di ulteriori innesti. Questo il punto del dirigente messinese: “Il mercato non è chiuso. Pietro Marino potrebbe essere tesserato la prossima settimana, dopo l’esordio di Coppa Italia. Si tratta di un buon difensore, l’anno scorso a Paceco, che completerebbe ulteriormente il reparto. Riteniamo di avere svolto un buon lavoro, anche se sulla carta non abbiamo tesserato nomi altisonanti”.

La stagione scatta domenica da Palmi: “Avremo un confronto con una squadra di pari categoria, utile per capire chi siamo. Potrebbe giocare Amella, un under di buone prospettive, perché Paterniti si è aggregato da poco. Le valutazioni finali ovviamente spettano al mister. Rispettiamo molto la Palmese, anche perché conosco personalmente uno dei loro migliori elementi, Gambuzza, che avrei voluto con noi. Era con me all’FC Messina e a Fondi ed è stato compagno di squadra di Bombara”.

Città di Messina

Il Città di Messina al lavoro a Mili

Nell’ultima amichevole precampionato il Città ha rimediato ben otto reti al passivo, ma per Alessandro sono arrivate comunque indicazioni confortanti: “Ci sono stati alcuni errori individuali, ma abbiamo ammirato una buona squadra in alcuni sprazzi. I reparti si stanno assemblando. Non posso citare tutti ma abbiamo avuto risposte importanti da Calcagno, Cardia, Quintoni e Cangemi mentre Cannino, Nicosia, Di Vincenzo e Di Stefano si confermano under interessanti. Abbiamo schierato tanti giovani contro una squadra preparata per la B, che non doveva certo schierare degli under”. 

Quattro le operazioni in uscita abbozzate negli ultimi giorni: “Giovanni Giordano si accasa in prestito al Milazzo. L’esterno sinistro Manuel Mannino si sta allenando con l’Igea Virtus. Anche Angelo Cafarella è in uscita mentre Giovanni Bonaccorso ha lasciato giovedì il ritiro e dovrebbe accasarsi alla Villafranca Messana”.

Commenta su Facebook

commenti