Zeman: “Non abbiamo fatto nulla per pungerli. Il gruppo cambierà nel mercato”

ZemanLe indicazioni di Zeman dalla panchina (foto Nino La Macchia)

Karel Zeman non è tipo da peli sulla lingua e la sua analisi del derby perso, più nettamente di quanto dica l’1-0 finale, non è tenera nei confronti della sua squadra: “Nella ripresa ritengo che il calo sia stato anche fisico. Abbiamo offerto una prestazione negativa. Non si è vista l’organizzazione in fase offensiva che curiamo ogni settimana dal martedì al sabato. Sembrava ci fosse un’ombra invece del pallone…”. 

Ai microfoni di Radio Amore, il tecnico dell’Acr non ha nascosto tutto il suo disappunto per una buona prova di contenimento, alla quale però non hanno fatto da contraltare adeguate ripartenze: “Anche nel primo tempo, nel quale siamo stati comunque molto compatti, abbiamo mostrato di sapere come difendere ma non abbiamo mai messo in pratica tutto quello che proviamo per impensierire gli avversari. Non me ne capacito, ci saranno delle motivazioni, di cui parleremo. Paura della capolista? Spero sia stato questo e che dalle prossime volte si veda un Messina diverso”. 

Messina

Il Messina saluta i suoi tifosi a fine gara

Il 2 dicembre apre la sessione di mercato e l’impressione è che vi saranno svariate entrate e uscite, soprattutto tra gli over. Zeman lo dice chiaramente, anche qui senza la cautela che aveva caratterizzato invece le dichiarazioni del neo-consulente Pasquale Leonardo: “Me lo aspettavo anche prima di questa sconfitta e sarebbe accaduto lo stesso anche se avessimo vinto 10-0. I programmi non vanno stravolti a seconda di una vittoria, un pareggio o una battuta d’arresto. Peraltro nelle prossime due trasferte affronteremmo il Savoia secondo in classifica, che ha vinto qui, e il Giugliano. Bisogna vedere come e quando cambierà il gruppo”. 

Commenta su Facebook

commenti