Zeman: “Buon calcio, con tanti errori da correggere. Dobbiamo cambiare passo”

Karel ZemanIl tecnico Karel Zeman in panchina con l accompagnatore Giovanni Sulfaro

Il Corigliano che ha conquistato soltanto un pareggio nelle ultime otto gare non era ovviamente un ostacolo insormontabile, ma l’Acr aveva realizzato appena sette reti in undici partite. Nel giorno dell’esordio di Karel Zeman ne sono arrivate quattro, fondamentali anche per svoltare dal punto di vista psicologico.

Il tecnico del Messina è soddisfatto ma consapevole che c’è ancora da crescere: “Abbiamo giocato bene a calcio. Vincere dà serenità e ci farà lavorare meglio. Dobbiamo cambiare dalle fondamenta però e dare più intensità alle nostre partite. Gli errori sono tanti ed evitabili: questo mi disturba un po’, ma possiamo lavorarci facilmente. La prestazione mi è piaciuta: la squadra si è ben disimpegnata, mostrandosi superiore all’avversario. Abbiamo vinto con merito”. 

Crucitti

Crucitti firma la personale doppietta (foto Nino La Macchia)

Ai microfoni di Radio Amore, l’ex allenatore del Gela ha ammesso che l’1-0 aveva tolto un po’ di sicurezza alla squadra: “C’è stata un po’ di paura, perché nel nostro momento migliore è arrivato il loro gol. Fino a quel momento stavamo giocando una grande partita. Poi siamo stati comunque più solidi e compatti come squadra, anche se non abbiamo più proposto quanto visto nei primi venti minuti e per la paura che ci ha trasmesso il gol preso abbiamo iniziato ad alzare un po’ troppo il pallone”. 

Come annunciato alla vigilia, il tecnico ha optato per una staffetta tra gli over, che devono ancora recuperare la migliore condizione fisica: “In questi giorni abbiamo lavorato molto sull’intensità e in futuro saremo ancora più continui. Mi devo fidare di quello che dice la squadra, che addebita alla mancanza di un cambio di passo i suoi problemi atletici. Non riusciamo ad accelerare rispetto agli avversari e questo dovremo acquisirlo di settimana in settimana”.

Commenta su Facebook

commenti