Zampagna: “La Super League una buffonata. È il Dio denaro che vince sempre”

Riccardo ZampagnaRiccardo Zampagna ha lanciato una sua scuola calcio

L’ex bomber giallorosso Riccardo Zampagna, oggi commentatore sportivo di Cusano Italia Tv, emittente che segue da vicino le gare della Ternana, è stato durissimo sul tema della Super League ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, su Radio Cusano Campus. “E’ il dio denaro che vince sempre, ma stavolta devono stare attenti perché non tutti sono d’accordo con loro. Uno dei più importanti personaggi del calcio europeo come Rumenigge non ci sta. Non so se poi manderanno via anche lui e metteranno qualcun altro come sta succedendo anche al Liverpool, dove Klopp non vuole”, ha detto Zampagna.

Riccardo Zampagna

Riccardo Zampagna celebra una rete realizzata contro il Livorno con la maglia del Messina (foto Ansa)

“Questa Super League è una buffonata enorme. Sembra che i calciatori che parteciperanno non potranno giocare Europei e Mondiali. Si va a rovinare tutto quello che è stato fatto di buono dalla base e una coppa come la Champions che è il sogno di ogni bambino”. “Io non sono andato a giocare col Monaco di Guidolin per giocare con l’Atalanta”, ha proseguito l’attaccante, grande protagonista in A con la maglia del Messina. “Il vero tifoso vuole un giocatore che suda la maglia, che è bravo a giocare a calcio, vuole vedere un buon calcio magari con dei ritmi un po’ più bassi rispetto a quelli attuali e più alti rispetto a quelli del passato. Il talento – ha concluso – ci deve essere, ma è un gioco di squadra, non esistono solo le stelle”.

Autori

+ posts