Waterpolo Messina, sfumano anche i playout al termine di una stagione deludente

Waterpolo MessinaAlcune atlete della Waterpolo Messina a bordo vasca

A quattro giornate dalla conclusione della regular season, la Waterpolo Messina ha praticamente perso ogni speranza di salvezza. Nella 14esima giornata del girone Sud del campionato di serie A2 femminile di pallanuoto, le giovani peloritane allenate da Federica Radicchi sono state battute col punteggio di 12-6 dalla Brizz Catania. È ormai impossibile acciuffare in extremis almeno i play-out di uno sfortunato campionato, che le vede rimanere ferme al palo all’ultimo posto della classifica.

La squadra è ripartita dalla A2 con una rosa composta per lo più da giovanissime atlete messinesi, con poca esperienza alle spalle nelle competizioni di livello, fatta eccezione per le veterane Silvia Laganà (portiere e capitano, di rientro tra i pali dopo lo stop di un anno per ragioni di studio), Bianca Majolino, Sarah Atigue, Colosi e le sorelle Marta e Francesca Misiti. Retrocessa dopo gli anni di militanza in A1, la società guidata dal presidente Felice Genovese ha così virato verso una nuova politica.

Waterpolo Messina

Un time-out della Waterpolo Messina

La Waterpolo non è così riuscita a mantenere la categoria neppure quest’anno, sposando semplicemente la linea verde e la valorizzazione delle giovani. Mancato invece un obiettivo ritenuto non del tutto irraggiungibile alla vigilia di campionato, da addetti ai lavori e appassionati e anche secondo i pronostici e consigli sulle scommesse online qui.

È subito emersa l’inesperienza della giovanissima rosa allestita, troppo spesso in difficoltà nell’affrontare un torneo di livello (la differenza tra reti segnate e subite supera quota cento), sia per la maggiore competitività delle avversarie che per l’impegno richiesto da trasferte su lunghe distanze. Limiti confermati, anche se con minor divario, negli scontri meno proibitivi con le squadre di bassa classifica come Brizz, Firenze e Volturno, nei quali le atlete giallorosse non sono riuscite a racimolare almeno un risultato positivo, che le avrebbe magari aiutate anche dal punto di vista motivazionale.

Waterpolo Messina

La rosa della Waterpolo Messina 2019

Sarebbe comunque ingeneroso chiedere la luna a un gruppo allestito senza particolari velleità di classifica, che ha avuto perlomeno l’opportunità di crescere e misurarsi in vasca. Dato ormai per certo il declassamento in serie B della Waterpolo Messina, spetterà con buona probabilità alle siciliane della Brizz Catania e alle toscane della Firenze Pallanuoto affrontarsi ai playout per la salvezza.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti