Volley Nizza, con la testa al campionato. Miano, Maccarone e Cosentino tra le novità

Foto di gruppo per il Volley Nizza 2018-19Foto di gruppo per il Volley Nizza 2018-19
Nizza Volley

Alessandra Maccarrone è uno dei volti nuovi

L’Ot Service Nizza di Sicilia getta basi concrete in vista della nuova stagione. Dopo la vittoria del campionato di serie D di pallavolo, la compagine jonica si è mossa sul mercato per allestire una rosa in grado di non sfigurare nella categoria superiore. Il presidente Rosario Santisi si è messo al lavoro per riconfermare il roster della promozione e puntellarlo con innesti mirati ad incrementarne ancora il tasso di qualità ed esperienza.

mister Alessandro Prestipino

Continueranno a indossare la maglia della Ot Service Nizza la palleggiatrice Teresa Parasporo, le schiacciatrici Pamela Villari, Fabiana Egitto, Adele Billa, le centrali Maria Grazia Ciccarello, Sonia Camelia. Faranno parte della rosa di prima squadra le giovani Emanuela Riposo e il libero Flavia Micali.  Tra le new entry che andranno a puntellare l’organico in vista della serie C la palleggiatrice Miano proveniente dal Giarre, il libero Floriana Cosentino dall’Amando Volley, la schiacciatrice ex Santa Teresa e Messina Volley Alessandra Maccarrone. Innesti di peso sono anche quelli delle schiacciatrici Fabiana Cannata e Martina Sturiale, mentre torna a calcare i campi di gioco dopo diversi anni di lontananza Sandra Ciatto, colonna per tante stagioni del volley nizzardo. Il presidente Santisi confida molto sulle sue capacità tecniche ma anche professionali, tanto da offrirle un ruolo dirigenziale nel settore giovanile.

Confermato lo staff tecnico artefice della promozione ottenuta nella passata stagione, con Sandro Prestipino primo allenatore e Domenico Villari al suo fianco come vice. L’unica novità è rappresentata dalla promozione di Tommaso Pollino al ruolo di team manager, un incarico di maggiore responsabilità frutto del buon lavoro svolto nella stagione passata.

The following two tabs change content below.
Redazione Messina Sportiva

Redazione Messina Sportiva

Commenta su Facebook

commenti