Vittoria casalinga per il Messina Volley sull’Iblea Legnami Giarratana (3-1)

Il Messina Volley a fine gara

Termina con una vittoria la stagione di Serie C delle giallo-blu del Messina Volley. Infatti, fra le mura amiche del “PalaJuvara”, le ragazze di mister Danilo Cacopardo si impongono per 3-1 sull’Iblea Legnami di Giarratana. Capitan Michela Laganà e compagne dunque chiudono questo campionato al sesto posto con 37 punti, frutto di 12 vittorie e 10 sconfitte. Locali subito avanti di quattro lunghezze (8-4) nel primo set con Giulia Mondello e Sara Arena.

Mister Danilo Cacopardo

Mister Sannito chiama la pausa che inizialmente consente alle ospiti di accorciare (-3; 8-5) con Ballarò, ma che poi si traduce nel nuovo break del Messina Volley, capace di raggiungere il +8 (17-9). Secondo time-out ibleo, ma al rientro Arena, il muro di Giulia Spadaro e il doppio colpo di Mondello fissano il +12 (21-9). Ballarò e l’ace di capitan Carnibella accorciano (-10; 22-12), ma Giovanna Biancuzzo sigla il punto che consente al Messina Volley di portarsi avanti nel computo dei set (25-12). Il secondo vede la reazione ospite che piazza un 6-0 con Sortino e Carnibella. L’ace di Giulia Perdichizzi e Mondello accorciano (-4; 3-7) e, dopo un batti e ribatti, Malandrino firma il +7 (6-13). G. Biancuzzo e il muro di Mondello restringono il gap a -5 (9-14) con coach Sannito a chiamare time-out. Le padrone di casa non si fermano e con Perdichizzi e tre volte Mondello concretizzano il -1 (13-14).

Messina Volley

La palleggiatrice Michela Laganà

Le ospiti reagiscono e tornano a +5 (15-20) con Ballarò e due ace di Favitta. È adesso Cacopardo a chiedere la pausa con due ace di Carnibella a siglare il +8 (16-24) ed il conseguente set-point. Il Messina Volley ne annulla tre, ma Cannata pareggia il computo dei parziali (19-25). Terzo con le locali avanti di due lunghezze (3-1) con Spadaro e Mondello. Capitan Laganà sale in cattedra e piazza tre ace di fila (+5; 6-1). Sannito chiama la pausa, ma ancora un punto dalla battuta del capitano giallo-blu e la palla a terra di Arena producono il +7 (8-1). Due volte Mondello allunga (+8; 15-6) e Sannito chiama il suo secondo time-out. Sempre Mondello, coadiuvata da Laganà, aumentano il gap fra le due squadre (+14; 20-6). Mondello realizza il set-point (+15; 24-9), annullato dalle ospiti.

Il punto di Arena riporta avanti il Messina Volley (25-10). Il set successivo sorride alle ospiti che si portano sul +2 (2-4) con Ballarò e Cannata. Si viaggia più o meno con questo elastico sino al +4 siglato da Sortino (8-12). Il Messina Volley reagisce e piazza il break necessario che gli consente di ottenere la parità (14-14). Sannito chiama la pausa, ma si assiste ad un nuovo strappo delle locali con Mondello e tre volte G. Biancuzzo (+4; 18-14). Il muro di Malandrino e l’ace di Garofalo accorciano (-2; 18-16), ma le peloritane ripartono a testa bassa e G. Biancuzzo concretizza il +5 (21-16). Laganà firma il match-point (24-19) e Mondello sigilla l’incontro (25-19).

Giulia Spadaro

“La partita era importante per vedere l’atteggiamento della squadra – commenta coach Cacopardo – soprattutto quando si è in situazione di difficoltà climatiche e di risultato, visto che ormai il campionato non ha più nulla da dire. Era importante testare lo stato della squadra e provare delle situazioni tattiche che ci potrebbero risultare utili per il prossimo anno. Secondo me abbiamo fatto un’ottima prova ed abbiamo finito come meritavamo, ossia con una vittoria. Inoltre abbiamo fatto una buona prestazione per quanto concerne l’attenzione, a parte dei momenti di pausa. E’ importante che ci sia stata la dimostrazione che molte ragazze sono cresciute, cosa che io vedo in allenamento, ma che risulta fondamentale sul campo”.

Messina Volley – Golden Volley Acicatena 3-1 (25-12; 19-25; 25-10; 25-19)
Messina Volley: Dulcetta, Mondello 29, Laganà (Cap.) 6, Perdichizzi 4, Sorbara 1, Raineri, Biancuzzo G. 10, Spadaro 2, Arena 5, Biancuzzo Y. (Lib. 1), Scarfì (Lib. 2). All. Cacopardo, 2° All. Rizzo.
Iblea Legnami: Sortino 4, Ballarò 8, Favitta 3, Cannata 6, Carnibella (Cap.) 16, Malandrino 3, Garofalo 1, Turlà (Lib.). All. Sammito.
Arbitri: Scilipoti e Maimone di Messina.

    

Autori

+ posts
The following two tabs change content below.