Vittoria al tie-break per il Santa Teresa Volley in casa del Crai Radenza Modica

Santa Teresa VolleyLa foto di gruppo al termine della gara

Al “Geodetico” il Santa Teresa Volley si aggiudica al tie-break il match con il Crai Redenza Modica nella 9ª giornata di Serie B1 girone D. Con questi due punti, il Santa Teresa Volley mantiene la vetta solitaria con un punto di vantaggio su Aprilia (corsara a Lamezia) e su Fiamma Torrese, che in casa ha liquidato Cerignola, e con due punti su Isernia, che però deve ancora usufruire del turno di riposo.

Santa Teresa Volley

Le due squadre

Prima della gara un enorme striscione ha fatto bella mostra di sé: un omaggio della tifoseria modicana al tecnico Corrado Scavino che con la partita di ieri raggiungeva quota 600 panchine in serie B. Le ragazze del presidente Bartolo Ferro così si presentano sul parquet: Brioli in palleggio, Sciré opposta, Ferro e Tomaselli di banda, Vujko e Pirrone centrali, Ferrantello libero. Di contro Jimenez schiera Mordecchi in regia, Nielsen posto 2, Ghezzi e Lestini di banda, Cassone e Marlene Ascensao al centro e Lanzi libero. Primo set: avvio di marca santateresina. rosso-blu avanti 1-3 poi anche 2-7 (attacco fuori della Tomaselli) e poi 5-11 grazie a una fast di Cassone. Timido recupero delle locali, ma Mordecchi fissa il parziale sul 12-16. La rimonta delle modicane si concretizza sul 19-19, grazie a un pallonetto vincente di Fabiola Ferro, che si fanno minacciose portandosi avanti 23-21 (pallonetto di Marianna Vujko). Monica Lestini sale in cattedra pareggiando e siglando i due punti conclusivi (un muro e un attacco vincente) che consentono al Santa Teresa Volley di aggiudicarsi il primo parziale. Il secondo si apre con la Mordecchi a portare avanti le ospiti (0-3).

Santa Teresa Volley

Antonio Jimenez, tecnico del Santa Teresa Volley

Lestini ed un attacco fuori della Scirè portano il risulato sul 5-2 per le ragazze di Jimenez. Lento ma costante il recupero della compagine di casa che raggiunge il 9-8 con la Ferro. Si gioca punto a punto con scambi al cardiopalma e anche lunghi. Si viaggia a braccetto fino al 23-23 quando un pallonetto vincente della Lestini e un attacco sulla rete di Ferro fissano il risultato del secondo set sul 23-25. Terzo set anch’esso sul filo dell’equilibrio almeno fino al 10-10. Sale in cattedra la Sciré, soprannominata “Il Fenomeno”, e con le sue percussioni le locali raggranellano qualche punto di vantaggio. Sul 19-17 il Modica aumenta il proprio ritmo e con Pirrone fissa il parziale sul 25-18. Nel set successivo le ospiti vanno in vantaggio per 10-15, ma si assiste al ritorno delle locali che trovano il pari (17-17) per un rosso a Jimenez. Sul 24-24 Lestini ha la palla del vantaggio ma non forzae  prova invece un pallonetto controllato dalla difesa; il punto lo fa poi la Sciré e un attacco fuori di Marlene decreta il 26-24 per capitan Ferro e compagne. Due set pari e si va al tie-break. Nell’ultimo set le due squadre rimangono il equilibrio fino al 7-7 (attacco vincente Ferro). Le ospiti sfruttano il turno al servizio di Mordecchi e si portano sul 7-10, ma le locali non mollano e riagguantano le rosso-blu sul 12-12 e si portano perfino avanti su un ace della Pirrone. Time-out di Jimenez. La Nielsen trova il pari e un attacco fuori della Sciré danno il vantaggio alle ospiti (13-14). Sciré si riscatta per il 14-14. Attacco vincente della Ghezzi e un muro a due Marlene/Mordecchi fissano il parziale sul 14-16.

Crai Radenza Modica – Sanitaria Si.Com Prestasì Santa Teresa 2-3 (24-26, 23-25, 25-18, 26-24, 14-16)
Crai Radenza Modica: Vujko 3, Ferro 20, Pirrone 18, Sciré 30, Tomaselli 5, Brioli 1, Ferrantello (L). N.E.: Sozzi, Cazzetta (L2), Lo Iacono, Gervasi, Gatta. Coach: Scavino
Sanitaria Si.Com Prestasì Santa Teresa: Monzio Compagnoni, Marlene Ascensao 6, Mordecchi 10, Lestini 23, Ghezzi 10, Cassone 13, Nielsen 12, Raquel Ascensao 1, Lanzi (L). N.E.: Surace, Santin, Moschella (L2). Coach: Jimenez
Arbitri: Livia Azzolina di Roma (I) e Marco Gasparrini di Roma (II)

 

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti