Villari: “Proseguono gli interventi nei due stadi. Potenzieremo ancora la rosa del Messina”

Acr Messinail direttore generale Giovanni Villari (foto R. Fazio)

Il direttore generale Giovanni Villari fa il punto in casa Messina, all’inizio della seconda settimana di ritiro: “Per quanto riguarda gli stadi si sta lavorando da tanti giorni per mettere le due strutture nelle migliori condizioni possibili e consentire alla squadra di allenarsi regolarmente. Al “Franco Scoglio” di San Filippo, una volta riconsegnato dagli organizzatori dopo il concerto dei Pooh, abbiamo sistemato il manto erboso che è quasi pronto per l’inizio della stagione. Lo abbiamo appurato con gli ultimi sopralluoghi effettuati. Per il “Celeste”, invece, la situazione è più articolata. Siamo intervenuti sul terreno, trattandolo anche con strumentazioni provenienti da fuori città, per far sì che il campo possa essere pronto per il rientro in sede dei calciatori”.

Ciavattini, Ferri e Villari

Marco Ciavattini, Jacopo Ferri e Giovanni Villari

Il dirigente non condivide le critiche per un mercato che almeno inizialmente non aveva regalato i colpi sperati e che è entrato nel vivo soltanto adesso, con l’annuncio dell’acquisto di Pozzebon: “A dispetto di cosa dicono in molti il Messina è avanti rispetto a tante altre squadre, anche per la scadenza del 31 luglio, giorno d’esordio nella Tim Cup. Il mercato si fa a luglio e agosto e noi siamo un po’ più avanti in ragione di questa esigenza. Allestiremo una squadra sempre più competitiva, con il ds Tosto che non si lascerà sfuggire qualche occasione che si dovesse presentare negli ultimi giorni di mercato”.

Al di là delle rassicurazioni, la piazza nutre ancora qualche dubbio sulla reale permanenza di elementi del calibro di Giorgione, De Vito e Burzigotti, corteggiatissimi in sede di mercato: “Non sono previste altre partenze, ma il mercato è aperto e c’è la necessità di capire bene per ogni giocatore cosa può fare per mettersi a disposizione della squadra. Chi oggi è sotto contratto è ben felice di essere del Messina”.

Matic e Dini

Matic e Dini, due degli elementi in prova, nel corso della prima amichevole estiva

La proprietà ha annunciato a più riprese di volere ripetere i risultati dell’ultima annata, conclusasi con un inatteso ottavo posto: “Questa società ama parlare con i fatti, i tifosi devono aspettarsi impegno e serietà da tutti i tesserati. Messina non può vivacchiare in un campionato di Lega Pro. L’obiettivo minimo è disputare i playoff, però non vogliamo illudere nessuno e l’ultima parola spetta sempre al campo”.

Secondo indiscrezioni, non ci si schioda dagli attuali 1.000 abbonamenti sottoscritti: “Non ho dato il preciso sulle tessere già staccate, ma ci aspettiamo una ripresa in questi giorni e siamo certi che i tifosi non ci faranno mancare il loro contributo. Siamo ancora lontani, ma vorremmo raddoppiare il numero di abbonati della scorsa stagione”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com