Il Villafranca Beach Soccer si rinnova: ecco organigramma e main sponsor

Pecci, Taiarui e Picciolo

Il Villafranca Beach Soccer si prepara con rinnovate ambizioni alla stagione 2016, ripartendo con nuovi quadri dirigenziali e in più un importante main sponsor, grazie alla partnership con la multinazionale Shedir Pharma, leader nel settore dei nutraceutici, dei cosmetici e dei medical devices.

Heimanu Taiarui

Heimanu Taiarui

Nasce così lo Shedir Pharma Villafranca Beach Soccer, sodalizio che parteciperà al prossimo campionato di Serie A, targato Figc e Lega Nazionale Dilettanti. Sarà il terzo anno consecutivo nel massimo torneo per la compagine tirrenica, unica tra Messina e provincia attiva nel circuito. Nell’organigramma, insieme al presidente Giacomo Picciolo, i vice presidenti Giuseppe Tomasino ed Antonino Pino. Il resto del direttivo deve essere ancora ufficializzato, ma è probabile la presenza, fra gli altri, di Eraldo Pecci, ex bandiera di Torino e Bologna, già nel 2014 nelle vesti di responsabile tecnico. In questi anni la rosa ha assunto caratteri di internazionalità ed il nome del Villafranca ha valicato così ben presto i confini italiani. Grazie alla collaborazione con Angelo Schirinzi, tra i guru del beach soccer, hanno vestito la maglia biancoverde lo svizzero Spaccarotella e i tahitiani Taiarui, Labaste, Tavanae e Tchen, quest’ultimi artefici del secondo posto ottenuto dai polinesiani ai Mondiali 2015. Taiarui, in particolare, primo tahitiano tesserato in Italia, è stato premiato col Golden Ball quale miglior giocatore della rassegna.

Il presidente Giacomo Picciolo

Il presidente Giacomo Picciolo

Queste le prime dichiarazioni del presidente Giacomo Picciolo in vista del prossimo campionato: “Dopo l’esperienza in chiaroscuro degli anni passati si è pensato di seguire gli esempi positivi offerti da club del calibro di Catania, Viareggio e Terracina al fine di creare una società che si occupasse esclusivamente di Beach Soccer e che potesse dedicarsi, a 360 gradi, all’affascinante mondo del calcio in spiaggia. Puntiamo inoltre a far conoscere, promuovere e valorizzare questa disciplina nella nostra provincia, partendo comunque dall’obiettivo principale rappresentato dal campionato di serie A, ma creando al contempo una squadra di serie B formata esclusivamente da giovani locali e avviando anche un progetto legato a Campus e Scuola calcio”.

Commenta su Facebook

commenti