Un bel Camaro subisce il pareggio nel finale. Rigori fatali, addio Coppa Italia

CamaroIngresso in campo Camaro-S.Agata

Contro il Sant’Agata i neroverdi passano nel primo tempo con Paludetti, che nella ripresa sfiora il raddoppio centrando la traversa. A 4′ dalla fine il gol di Pino manda le squadre ai rigori e sono gli ospiti ad avere la meglio dagli undici metri.

Al Camaro non basta un’ottima prestazione per proseguire la propria avventura in Coppa Italia. Nel giorno del debutto in panchina di Filippo Romeo al posto del dimissionario Alacqua, i neroverdi sfoderano l’orgoglio e la determinazione e mostrano incoraggianti progressi sul piano del gioco e della personalità. Nel match di ritorno degli ottavi contro il Città di Sant’Agata, al “Marullo” va in scena una gara piacevole e ricca di spunti interessanti che vede il Camaro passare in vantaggio al 36′ grazie al bel destro da posizione defilata di Marco Paludetti. Nella ripresa la formazione di casa parte bene e costruisce diverse buone occasioni per raddoppiare: al 2′ Cappello non riesce a fare centro di testa a due passi dalla porta avversaria; al 19′ Paludetti fa tremare la traversa su invito di Velardi. Il Sant’Agata non sta a guardare e cresce con il passare dei minuti ma per due volte trova la splendida opposizione di Mannino (al 21′ su Isgrò e al 25′ su Fabrizio Bontempo).

Camaro

Esultanza Paludetti

Dopo un’importante chance capitata a Gazzè, fermato dalla parata di Inferrera, arriva proprio nel finale, al 41′, la rete ospite di Pino, che elude il fuorigioco e deposita alle spalle di Mannino da distanza ravvicinata. Si va ai rigori, stregati per il Camaro: sbagliano Mondello, Cappello e Gazzè, al Città di Sant’Agata bastano così le reti di Isgrò, Longo e Russo per passare il turno. Il confronto tra le due formazioni si rinnoverà domenica al “Micale” di Capo d’Orlando nella quinta giornata di campionato.

La cronaca – Al debutto sulla panchina del Camaro, il tecnico Filippo Romeo deve fare i conti con assenze pesanti, tutte a centrocampo: out per squalifica Munafò, indisponibili per infortunio Ancione, Assenzio e Visconti. Squadra in campo ancora con il 4-3-3: Mannino in porta; Cappello, Morabito, Pettinato e Mondello in difesa; Gazzè, Campo e Spoto a centrocampo; Velardi, Paludetti e Bonamonte in avanti.

Le due squadre battagliano fin dall’avvio, con il Sant’Agata più propositivo nella parte iniziale del match: al 5′, su cross di Zingales, Cicirello di testa manda a lato; poi è Mannino a respingere il tiro da fuori di Privitera al 13′. Al quarto d’ora primo affondo neroverde: Gazzè riceve da Paludetti e calcia di potenza dai 20 metri, palla alta di poco. Al 16′ si rinnova il duello tra Privitera, che ci riprova da fuori, e Mannino, che in questo caso respinge coi pugni. Al 18′ Gazzè trova Mondello in area di rigore, il terzino da buona posizione non cerca la porta ma l’assist per Paludetti, che manca per poco l’appuntamento con il pallone sotto porta. Lo stesso Paludetti si incarica al 20′ di una punizione dal limite: il suo destro scavalca la barriera ma viene bloccato senza affanni dal portiere Inferrera. Il Camaro diventa sempre più intraprendente con il passare dei minuti e al 26′, sulla punizione di Mondello, Cappello anticipa tutti di testa, la sfera viene deviata da Russo e termina di un soffio oltre la traversa. Il vantaggio dei padroni di casa si materializza al 36′: caparbia azione di Paludetti, che riceve da Bonamonte in area defilato sulla sinistra, resiste alle cariche avversarie e di destro trova il palo lontano scaraventando il pallone alle spalle di Inferrera. La reazione degli ospiti produce solo un tiro di Isgrò al 41′ abbondantemente largo, mentre dall’altra parte il destro a giro di Bonamonte al 45′ termina non lontano dal palo. Si va al riposo con il Camaro avanti 1-0.

Camaro

Gioia Camaro

Neroverdi in avanti anche in avvio di ripresa e dopo appena 30 secondi, a seguito di un’azione insistita di Paludetti, Gazzè calcia di sinistro mandando a lato. Passa un minuto appena e il Camaro va ad un passo dal raddoppio: punizione da destra di Mondello, palla in area e colpo di testa di Cappello che, a pochi metri dalla linea di porta, trova l’intervento di Inferrera. Il buon momento dei padroni di casa prosegue e al 9′ Cappello serve Paludetti, controllo e rovesciata debole con palla a lato. Al 12′ è Velardi ad imbeccare ancora il numero 9 locale, che viene contrastato bene da Fabrizio Bontempo e calcia fuori. Il Città di Sant’Agata si affaccia per la prima volta nel secondo tempo dalle parti di Mannino al 17′ ma il tiro di Giacomo Bontempo non trova lo specchio. Ben più pericoloso, due minuti dopo, il Camaro: è ancora Velardi da destra a servire un bel pallone a centro area al solito Paludetti, destro violento di prima intenzione e palla che va a centrare in pieno la traversa. Il pericolo scampato sembra scuotere il Sant’Agata e al 21′ ci vuole un super Mannino per dire di no alla gran botta di Isgrò. Al 23′ Romeo effettua il suo primo cambio inserendo Princi per Bonamonte. Al 25′ seconda “paratona” di Mannino, che si oppone alla grande al tiro ravvicinato di Fabrizio Bontempo. Al 29′ cross di Isgrò, colpo di testa di Cicirello e palla fuori di poco. Gli ospiti ci riprovano al 36′ con la conclusione potente di Russo dai 35 metri che si perde non di molto sul fondo. Il Camaro replica al 37′ con la galoppata di Gazzè che, arrivato dalle parti di Inferrera, cerca il tiro di potenza ma non angola abbastanza e trova la respinta del portiere. Al 38′ dentro Brigandì per Paludetti. Al 41′ la doccia fredda per i neroverdi: angolo ospite, palla messa fuori dalla difesa ma rispedita in area da Giacomo Bontempo che trova Pino, freddo nel controllo e nel tiro ravvicinato a tu per tu con Mannino. E’ 1-1, risultato con cui si era chiuso il match di andata e che non cambia più anche stavolta mandando le squadre direttamente ai rigori. Dal dischetto segna per primo Isgrò, pareggia Pettinato, seguono però ben tre errori consecutivi della squadra di casa (palo di Mondello e parate di Inferrera su Cappello e Gazzè); le reti di Longo e Russo proiettano così il Sant’Agata ai quarti di finale di Coppa Italia. Il Camaro saluta la competizione a testa alta, rammaricato per l’esito finale ma rinvigorito dalla bella prestazione. Le squadra di Romeo e Bellinvia si ritroveranno tra soli quattro giorni per il confronto di campionato, in programma domenica 8 ottobre al “Micale” di Capo d’Orlando.

S. Agata

Difesa S. Agata

Il tabellino
Coppa Italia di Eccellenza, ritorno ottavi di finale
Campo sportivo “Marullo” di Bisconte – Messina, mercoledì 4 ottobre 2017
Camaro – Città di Sant’Agata 1-1 (2-4 dopo i calci di rigore)
Marcatori: 36′ pt Paludetti, 41′ st Pino (S)
Rigori: Isgrò (gol), Pettinato (gol), Mondello (palo), F. Bontempo (fuori), Longo (gol), Cappello (parato), Gazzè (parato), Cicirello (traversa), Russo (gol)
Camaro: Mannino, Cappello, Mondello, Spoto (45′ st Zappalà), Pettinato, Morabito, Bonamonte (23′ st Princi), Gazzè, Paludetti (38′ st Brigandì), Campo, Velardi. In panchina: Giorgianni, D’Amico, Sturniolo, Muscarà. Allenatore: Filippo Romeo.
Città di Sant’Agata: Inferrera, Russo, F. Bontempo, Privitera (1′ st G. Bontempo), Franchina, Zingales, Calafiore (1′ st Longo), Presti, Cicirello, Isgrò, Carrello (33′ st Pino). In panchina: Scurria, Scaffidi, Barberi, Fogliani. Allenatore: Santino Bellinvia.
Arbitro: Antonio Andrea D’Aquino della sezione di Catania.
Assistenti: Antonino Salvo e Giuseppe Torre della sezione di Barcellona Pozzo di Gotto.
Ammoniti: 23′ pt Bonamonte (C), 31′ pt Calafiore (S), 14′ st Longo (S), 35′ st Campo (C), 49′ st Pettinato (C).
Espulsi: nessuno.
Recupero: 2′ pt, 5′ st.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti