Il Camaro passa sul campo della capolista: battuto 3-2 il Terme Vigliatore

CamaroIl Camaro celebra il successo sul campo del Terme Vigliatore capolista (foto Giovanni Isolino)

Tanti gol ed emozioni nel secondo successo consecutivo in campionato del Camaro, che si è imposto 3-2 sul campo della capolista Terme Vigliatore dopo una gara non semplice e aperta fino al 96′. Apre le marcature per i neroverdi Costa, poi l’autogol di Mannino. Nella ripresa a segno i soliti Assenzio e Petrullo, infine accorcia le distanze Leo.

Camaro

Un undici titolare del Camaro (foto Giovanni Isolino)

La cronaca – La prima emozione del match arriva dopo 5 minuti: l’attaccante di casa Genovese riceve a destra e con un sinistro morbido a giro prova a sorprendere Mannino sul palo più lontano, sfera di poco a lato. Al 10’ il primo affondo del Camaro è subito vincente: Assenzio lancia Mondello a sinistra, cross teso a centro area e deviazione di Costa sotto porta per il gol dello 0-1. Per l’attaccante classe 2000 primo gol in campionato, secondo stagionale dopo quello segnato in coppa sempre sul campo del Terme. I padroni di casa provano subito a reagire e, dopo un tiro al volo di Bucolo che termina sul fondo al 14’, sfiorano il pari al 16’: ancora Genovese su cross di Bartuccio batte al volo mettendo i brividi a Mannino, sfera di un soffio a lato.

Terme Vigliatore

Una formazione del Terme Vigliatore (foto Giovanni Isolino)

Al 22’ Lucà è costretto ad effettuare il primo cambio: Campo si ferma per un problema muscolare, a rimpiazzarlo è Munafò. Al 23’ il Camaro prova a colpire in contropiede ma Petrullo perde il tempo per la battuta a rete su assist di Assenzio. Il Terme Vigliatore torna a farsi sotto al 26’ con un altro tiro da fuori di Bucolo che stavolta sfiora il palo. La squadra di casa ci riprova al 32’: cross di Bartuccio, sponda di Genovese per Calabrese che viene anticipato a centro area. Poco dopo si fa male anche Costa, sostituito da D’Amico. Al 36’ Bartuccio ci prova da fuori dopo uno scambio con Genovese su azione d’angolo, Mannino para in tuffo. Grande chance per i neroverdi al 42’: Mondello lancia Assenzio che supera un uomo, si presenta davanti al portiere e prova a scavalcando con un colpo sotto ma Foti si oppone in uscita bassa. Passa un minuto e la beffa è servita: azione insistita del Terme, batti e ribatti e botta ravvicinata di Bucolo, la palla sbatte prima sul palo, poi sul corpo di Mannino e finisce in rete. È 1-1. Al 45’, su corner di Mondello, Assenzio anticipa tutti di testa ma manda a lato. Dopo tre minuti di recupero si va al riposo con il punteggio in parità.

Roberto Assenzio

Roberto Assenzio sempre grande protagonista (foto Giovanni Isolino)

Camaro in avanti in apertura di ripresa e doppio tentativo da fuori nel giro di pochi secondi: il tiro di Assenzio è deviato dal portiere Foti che poi blocca sulla conclusione di Arena. Dall’altra parte replica D’Anna con un tiro da fuori che termina alto non di molto. Più pericoloso al 4’ Leo con un colpo di testa da distanza ravvicinata che non inquadra il bersaglio. Al 5’ il Camaro torna in vantaggio: splendida verticalizzazione di Petrullo per Assenzio che si inserisce centralmente, entra in area, si presenta davanti a Foti e lo batte con freddezza. Il Terme prova a reagire con due conclusioni di Bartuccio tra il 15’ è il 16’: sul primo si immola Munafò, sul secondo Mannino para senza affanni. Al 19’ terzo cambio ospite: Pantano rileva Spoto. Gli ospiti ci riprovano al 25′ con Assenzio, che direttamente da calcio piazzato alza troppo la mira e manda alto. Un minuto più tardi, però, una ripartenza imbastita da D’Amico, che serve Assenzio sulla destra, diventa letale per i locali: cross al centro del numero 10 del Camaro verso Pantano, che lascia scorrere per Petrullo il cui destro da buona posizione supera Foti e vale il 3-1 in favore della formazione di Michele Lucà.

Petrullo

Petrullo a segno per la seconda settimana consecutiva (foto Giovanni Isolino)

Il tecnico del Camaro poco dopo richiama in panchina proprio Petrullo, lanciando in campo Paludetti. Subito il terzo gol la squadra di casa si scuote e alla mezzora riapre l’incontro con l’incornata vincente di Leo, che svetta a centro area su corner di Bartuccio. In occasione della marcatura del Terme Vigliatore, però, resta a terra Mannino, che si infortuna e costringe Lucà al quinto e ultimo cambio, mandando tra i pali il classe ’99 Sanneh. Il Camaro, sopra di una rete, prova a gestire il match nei minuti finali ma la squadra di casa si rende pericolosa in più occasioni: prima, al 41′, termina alta la girata voltante di Genovese su sponda di testa di Calabrese; poi, a pochi istanti dallo scadere dei 90 regolamentari, Puzone manda sopra la traversa di testa l’ennesimo cross dalla destra, stavolta operato da Davide Leo. In pieno recupero il Terme Vigliatore va anche a segno con Salvatore Leo, che insacca da pochi passi sulla spizzata di testa di Genovese, ma l’arbitro annulla per posizione irregolare. Il Camaro stringe i denti e vince, portando a casa una vittoria importante e balzando a quota 8 in classifica. I neroverdi torneranno in campo già mercoledì, ancora contro il Terme Vigliatore, ma stavolta al “Despar Stadium” per il ritorno degli ottavi di Coppa Italia di Eccellenza.

Laudani

Laudani e Mondello si contendono un possesso (foto Giovanni Isolino)

Il tabellino. Terme Vigliatore – Camaro 2-3
Marcatori: 10′ pt Costa (C), 43′ pt autogol Mannino (C), 5′ st Assenzio (C), 26′ st Petrullo (C), 30′ st S. Leo (T).
Terme Vigliatore: Foti, Laudani, Triolo (31′ st Chillari), Bucolo (41′ Caliri), S. Leo, Puzone, Bartuccio, D’Anna, Calabrese, Genovese, Crifò (21′ st D. Leo). In panchina: Barca, Scardino, Crisafulli, Giunta, Benenati, Chiofalo. Allenatore: Salvatore Cambria.
Camaro: Mannino (33′ st Sanneh), Falcone, Mondello, Morabito, Cammaroto, Campo (21′ pt Munafò), Spoto (19′ st Pantano), Arena, Costa (35′ pt D’Amico), Assenzio, Petrullo (28′ st Paludetti). In panchina: Kah, Giu. De Marco, Ginagó, Calogero. Allenatore: Michele Lucà.
Arbitro: Dylan Marin della sezione di Portogruaro. Assistenti: Pietro Anile della sezione di Acireale e Pablo Vasques della sezione di Siracusa.
Note – Ammoniti: 13′ st Cammaroto (C), 36′ st Assenzio (C), 39′ st Genovese (T). Recupero 3′ pt, 6′ st.

Commenta su Facebook

commenti