Un Acireale pragmatico regola a domicilio il Rocca che rimane nelle retrovie della classifica

Rocca-Acireale

Non ha fatto sfracelli l’Acireale, ma tanto è bastato per battere il Rocca al Nuovo Comunale. Ci si poteva aspettare di più dagli ospiti dal punti di vista del gioco, considerando uomini e divario in campo. Poco importa alla formazione granata, il cui obiettivo della promozione passa anche attraverso prestazioni poco convincenti ma positive nel risultato. Il pronostico ad inizio gara è tutto dalla parte acese, per il blasone e per il tasso tecnico dei tanti ottimi giocatori granata. Tra gli altri l’indimenticato bomber Santo Biondo, a cui si aggiunge anche il difensore Davide Pattinato, per qualche settimana in orbita bianco azzuarra ad inizio della scorsa stagione.

La prima azione della gara è di segno acese con il colpo di testa di Contino respinto da Paterniti. E’ il portiere del Rocca il giocatore più impegnato ad inizio partita: si deve distendere sul calcio da fuori di Cocimano e sulla punizione di D’Agosta, sventato con tuffo plastico in corner. Il nuovo assetto del Rocca, con Galati avanzato in cabina di regia, comincia a produrre qualche risultato dopo la sfuriata iniziale acese. L’Acireale non punge più come nei primi minuti. La formazione di Palmeri riesce prima ad imbrigliare il gioco e poi riesce a ripartire sulle corsie esterne, specie con Perlaza ispirato nei duelli diretti. Al 26′ giunge lo squillo di Matera, che in semirovesciata spedisce la sfera sulla di poco alto la traversa. Al 36′ è annullato il gol di Santo Biondo, abile a correggere in rete la spizzata del compagno di squadra in area di rigore, ma l’attaccante era in evidente posizione irregolare. L’attaccante ha poi l’occasione del gol, si trova da solo davanti a Paterniti, lo supera ma Raveduto, appostato al centro della porta, protegge il pareggio, mettendo in calcio d’angolo. Il gol è però nell’aria, Fuscello in zona centrale calcia in porta, sulla ribattuta è lo stesso centrocampista a segnare con un preciso esterno. Vantaggio dell’Acireale ad un minuto dalla conclusione della prima frazione.

Il raddoppio di Contino dellAcireale

Il raddoppio di Contino dell’Acireale

La ripresa si apre con una incursione ospite sulla sinistra, il traversone è messo in angolo da Galati in ripiegamento. Poi è Matera ha colpire di testa da centro area, la palla è fuori di poco. Nell’azione successiva è ancora il Rocca a farsi pericoloso con Natale Gatto, che dal limite calcia sul secondo palo, impegnando Ferla nella deviazione in tuffo. Al 63′ bella triangolazione sulla destra tra Raveduto e Matera che libera poi Tuccio al traversone, sulla palla arriva Ceraolo la cui conclusione è troppo debole per impensierire Ferla. Al 70′ Palmeri inserisce Cerniglia per Matera e si affida ad un attacco super leggero con Ceraolo, Perlaza e Valenti. Al 77′ il centrocampista appena entrato prova la conclusione che si spegne a fil di palo. Al ’80 l’ Acireale, si ricorda di essere una grande squadra e con un contropiede perfetto chiude a rete con Contino, che concretizza l’assist di Piyuka. Partita chiusa anche se Gatto prova a riaprirla con una punizione che sfiora l’incrocio dei pali. Il Rocca come sempre ci ha messo tutto, ma troppo evanescente e poco determinato nelle conclusioni, non ha potuto evitare una sconfitta che l’Acireale si è dovuta guadagnare sul campo. Si ritorna al Comunale domenica prossima contro un più alla portata Città di Rosolini.

USD ROCCA – ASD ACIREALE 0- 2

Marcatori: 44’ Fusciello, 80’ Contino

Rocca di Capri Leone: Paterniti, Viscuso, Galati, Tuccio ( 63′ Valenti), Ignazzitto, Fantino, Perlaza,Gatto, Matera ( 70′ Cerniglia), Ceraolo, Raveduto. A disposizione: Caruso, Fabio, Sgrò, Vasi, Lupica, Valenti, Carniglia. Allenatore: Francesco Palmeri

Acireale: Ferla, Tosto ( 70′ Ambra), Dadone, Piyuka, Zappalà, Pettinato, D’Agosto, Fusciello ( 63′ Godino), Contino, Cocimano, Biondo ( 78′Arena). A disposizione: Arcoria, Godino, Spampinato, Floridia, Arena, Ambra, Parisi. Allenatore: Seby Cantone (vice)

Commenta su Facebook

commenti