Tutto pronto per il via del “18° Giro Podistico a Tappe delle Eolie”

Fase iniziale della prima tappa

Mancano ormai poche ore al via del “18° Giro Podistico a Tappe delle Isole Eolie”, che si aprirà lunedì a Vulcano. La manifestazione FIDAL, organizzata dalla Polisportiva Europa del presidente Costantino Crisafulli in sinergia con la Mediterranea Trekking, proporrà subito un impegnativo e “muscolare” circuito di 7,3 km, caratterizzato dal periplo di Vulcanello della lunghezza di 2.000 metri, da completare tre volte; il primo start alle ore 10 presso le famose Sorgenti Termali.

La partenza della quarta tappa a Lipari

I podisti correranno immersi in uno stupendo paesaggio, faticando per l’alternanza di salite (con pendenze tra il 6% e l’8%) e discese. Il programma prevede poi martedì il trasferimento a Lipari per l’Acquacalda-Canneto, mercoledì il temuto “tappone” di Salina di 14,2 km, con partenza ed arrivo a Santa Marina e “giro di boa” a Malfa, giovedì il meritato giorno di riposo, venerdì 7 il ritorno a Lipari e sabato 8 il finale a Vulcano, che precederà la premiazione. Quasi 100 gli iscritti, compresi coloro che si cimenteranno nella “non competitiva”.

Tra gli atleti più attesi figurano un poker di vincitori di passate edizioni: Luigi Guidetti (Corradini Rubiera), che è salito sul gradino più alto del podio per sei anni di fila dal 2005 al 2010, Salvatore Franzese, in forza all’Atletica Reggio, trionfatore sulle strade eoliane dal 2013 al 2015, Laura Ricci, anche lei della Corradini Rubiera, che ha scritto due volte il proprio nome nell’albo d’oro (2002 e 2013), e la peloritana Francesca Colafati della Fidippide, impostasi nel 2015. Franzese e la Ricci sono i favoriti per il successo pure in questa edizione. Puntano alle posizioni di vertice: Ronal Mento, altro messinese tesserato per l’Atletica La Fenice Milano, Fausto Barbieri della Gabbi Bologna, Valentina Gualandi (Polisportiva Zola) e Roberta Lodesani della Corradini Rubiera. Non si escludono, comunque, sorprese.

Lo zaino del Giro 2018

Domenica pomeriggio tradizionale consegna dei pettorali, alla quale seguirà la presentazione tecnica dell’evento. “Il Giro si fa davvero grande – dichiara Francesco Cutè, responsabile della Mediterranea Trekking – diciotto edizioni rappresentano un bel traguardo. Il perfetto binomio tra sport e turismo viene impreziosito da cultura e gastronomia, che rendono ancora più gradevole il soggiorno alle Eolie. Al di là della competizione, i runner ed i loro familiari ed accompagnatori trascorreranno una speciale settimana di vacanza e noi saremo lieti di ospitarli”. 

 

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti