Torrenovese, il bilancio del presidente Natoli: «Abbiamo vissuto un 2018 da sogno»

TorrenovesePiero Natoli (Torrenovese)

È stato un 2018 da sogno per la Cestistica Torrenovese. 26 vittorie in 38 partite, 2978 punti segnati, una promozione in Serie C Silver: una splendida, meravigliosa e unica pagina di storia. A tracciare il bilancio dell’anno solare è il presidente Piero Natoli.

Torrenovese

Piero Natoli, presidente Cestistica Torrenovese

Presidente, un anno impossibile da dimenticare. Sbagliamo a definirlo “da sogno”?
«Credo sia riduttivo dire che il 2018 sia stato un anno entusiasmante. È stato un anno solare avvincente, in cui abbiamo vinto il campionato di Serie D, conquistando la promozione al Campionato di Serie C Silver, al termine di un playoff lungo, intenso, estenuante e combattuto all’ultimo possesso, battendo squadre veramente forti e ben organizzate. Ed adesso, al termine del girone di Andata di questo nuovo, e per noi sconosciuto, campionato, siamo al quarto posto in classifica. Una neopromossa definita da tutti la “matricola terribile”: credo che il lavoro fatto in questi anni stia dando i suoi frutti».

Una Serie D vinta con il vento in poppa e una Serie C da protagonisti. Ci credeva davvero?
«Non ho mai smesso di farlo, anche nei momenti più difficili. In questo momento siamo concentrati sul disputare la Serie C Silver nella maniera migliore possibile, perché non vogliamo sfigurare in questo torneo. Fin da subito ci siamo messi al lavoro per costruire una squadra in grado di rappresentare al meglio Torrenova. Con la scelta personale di coach Bacilleri di rinunciare al timone della squadra, al quale va il mio ringraziamento personale ed il nostro come società per le due promozioni ottenute ma anche per ciò che ha fatto e continuerà a fare per la Cestistica, siamo ripartiti da coach Silva, giovane e con tanta esperienza che sta dimostrando di essere stata la scelta giusta per guidare questo roster. Per quanto riguarda gli atleti, abbiamo voluto confermare una parte della vecchia guardia (Albana, Scarlata, Marco Busco e capitan Arto) e abbiamo voluto fortemente Arturs Bricis, cestista in grado di fare la differenza in Serie C Silver, e giocatori importanti come Sgrò, Munastra, Giorgio Busco e Tonjann. La prima parte del calendario si è conclusa con un piazzamento di tutto rispetto e le partite perse ci hanno comunque insegnato sempre qualcosa, perché non ci accontentiamo e vogliamo puntare sempre più in alto».

Torrenova

Piero Natoli (Torrenova)

Cosa si aspetta dall’anno che verrà?
«Sono ambizioso per carattere e spero quindi che il 2019 possa riservarci soddisfazioni almeno pari a quelle che l’anno che si è sportivamente concluso ci ha regalato. Sarà tremendamente complicato fare meglio del 2018, ma l’auspicio è che la Cestistica Torrenovese ed i suoi tifosi possano gioire per tante vittorie essere ancora più uniti rispetto al passato. In conclusione auguro a tutte le realtà vicine a noi, senza distinzioni di campionato, un 2019 ricco di gioie».

Commenta su Facebook

commenti