Torrenova, parla Andrea Arto, “The Revenant”: «Faremo una grande stagione»

TorrenovaAndrea Arto (Torrenova)

Mai un dubbio per lui, che era e rimane uno dei punti fermi della Confezione Corpina Torrenova. Dopo la grande stagione passata da 15.1 punti di media e una promozione sfiorata, Andrea Arto riparte da Torrenova, con orgoglio e tanto rinnovato entusiasmo.

«Credo che la cestistica, tra conferme e nuovi innesti, si sia mossa davvero bene. Ci sono state conferme importanti per gli equilibri della squadra come Scarlata, Micale e Albana, tutti giocatori fondamentali per esprimere al meglio in nostro gioco. Replicare i risultati raggiunti lo scorso anno non sarà semplice, ma l’obiettivo è quello di migliorarli. Faremo una grande stagione».

Dopo una settimana di allenamenti come vedi la squadra?

«Stiamo lavorando per recuperare al meglio la nostra condizione fisica. Le sensazioni sono positive, c’è grande voglia di ripartire e sono arrivati ragazzi importanti. Stuppia e Busco si son subito ambientati benissimo, i ragazzi più giovani ce la mettono tutta, Stiklakis e Cobianchi non appena arrivati ci hanno parlato di vittoria del campionato. Vogliamo cominciare a giocare, non vediamo l’ora di affrontare i primi impegni, anche se amichevoli».

Andrea Arto (Torrenovese)

Sarà un campionato avvincente. Credi che Torrenova potrà essere protagonista?

«Il girone in cui siamo stati inseriti non è facile, ci sono squadre sono già molto organizzate e altre hanno tutto il tempo per trovare la stabilità necessaria. La nostra società ha formato un roster molto competitivo, ci sarà da lavorare tanto ma sono convinto che arriveremo ad inizio campionato pronti per giocarcela contro chiunque, consapevoli del nostro potenziale».

Tanti nuovi arrivi. Credi possano influire sulla chimica di squadra?

«È vero, ci sono tanti nuovi giocatori ma sono tutti giocatori di grande talento. Ognuno di loro ha voglia di mettersi in mostra per far comprendere a fondo il proprio potenziale. Conosco il modo di giocare di alcuni di loro per averli incontrati da avversari. Abbiamo grandissime potenzialità, la chimica di squadra la plasmeremo col tempo. Sono molto fiducioso».

Sei felice di essere rimasto?

«Assolutamente. Non ho avuto alcun dubbio, sono contento di iniziare il mio quarto anno a Torrenova. La Cestistica è diventata, a suon di vittorie, una realtà affermata nel campionato di serie D compiendo ogni anno sempre un passo in avanti. Sono onorato di essere per il secondo anno di fila il capitano della squadra. Abbiamo un solo obiettivo: Vincere».

Commenta su Facebook

commenti