Torrenova, Bartocci: “Non avevamo testa. Dopo la salvezza voglio la ciliegina”

TorrenovaZanetti va al tiro dalla media distanza

Al Pala del Mauro di Avellino si è arrestata la corsa della Fidelia Torrenova, incappata in una serata di scarsa vena al tiro che ha complicato la trasferta in Irpinia. Coach Maurizio Bartocci non accampa scuse: “Abbiamo subito l’energia positiva di Avellino, non abbiamo mai reagito con la stessa intensità e questo è stato un nostro grande errore. Andare 20 punti sotto e provare a recuperare ma senza l’atteggiamento giusto e la mentalità giusta alla fine poi lo paghi”.

Torrenova

Il tecnico di Torrenova Maurizio Bartocci

La squadra gialloblu ha provato a riaprire una partita a lungo condizionata dagli errori al tiro ma senza trovare continuità né dando l’impressione di crederci: “Nel momento in cui recuperi, arrivi a -7, palla in mano, fai due tiri che non hanno né testa né coda, questo è il segnale di chi non ha la lucidità per costruire ma soprattutto non siamo mai stati capaci di leggere una situazione. Abbiamo giocato senza avere il giusto comportamento durante la gara”. 

Il ko non cancella le recenti imprese ottenute dal team siciliano ma la trasferta campana  insegna ma per tagliare il traguardo dei primi posti servirà uno slancio ulteriore: “È chiaro che ci troviamo in una posizione in classifica che non ci aspettavamo minimamente ad agosto, quando abbiamo cominciato. Siamo ovviamente contenti di quello che stiamo facendo e che abbiamo fatto fino ad ora ma in questo momento si tratta di fare l’ultimo sforzo per prendere quel “premio” su tutto il lavoro fatto. Credo che la salvezza sia ormai un obiettivo raggiunto ma è il momento di concretizzare qualcosa in più per concludere mettendo la “ciliegina sulla torta”.

The following two tabs change content below.

Gabriele Ferruccio

Classe 1992, è un Giornalista Pubblicista dal 2020. Ha curato e gestito in passato diversi blog, oltre che l'Area Comunicazione di alcune società sportive.