Torma: “Ibojo garantisce grande esperienza”. Verrà tesserato anche Lundqvist

Il nigeriano Ibojo con la maglia de L'Aquila

Il mercato in casa ACR Messina non chiude mai. Subito dopo il convincente successo con il Gela e in vista della sfida con il Città di Messina, già battuto in Coppa grazie a una rete di Petrilli, il direttore sportivo Gianluca Torma ha firmato la prima operazione in entrata della sua gestione.

I peloritani si sono assicurati il nigeriano Nicholas Abedoy Ibojo, 33enne in possesso di passaporto italiano, approdato in Italia, nelle Marche, già nel 2003. Da allora quasi 400 presenze tra i Dilettanti, con un salto in Seconda Divisione, nel Gavorrano, nella stagione 2010-2011. La militanza più vasta nel Sansepolcro, con circa 150 apparizioni. L’anno scorso 23 gettoni, tra L’Aquila e Fabriano.

Messina

Il Messina celebra la doppietta di Genevier (foto Nino La Macchia)

A spiegare com’è nata l’operazione, che consente di fronteggiare anche la momentanea indisponibilità di Cossentino, è proprio il ds Torma: “Si tratta di un difensore affidabile per la categoria, in cui vanta grandissima esperienza. Abbiamo una serie di partite ravvicinate, con il derby infrasettimanale e il recupero con il Castrovillari previsto sempre di mercoledì. Avevamo bisogno quindi di un altro centrale difensivo subito disponibile. Ibojo si stava allenando in Umbria, dove risiede. Abbiamo sfruttato al volo l’opportunità di tesserarlo, che si è presentata nel weekend”.

Detto dell’annunciato stop di Alberto Cossentino, cercherà invece di recuperare già per mercoledì Pietro Arcidiacono, richiamato a scopo precauzionale in panchina al termine del primo tempo con il Gela. Avrà bisogno ancora di un po’ di tempo invece il senegalese Mbaye Ba.

Victor Lundqvist

Victor Lundqvist con la maglia del Trelleborgs

In difesa arriverà almeno un altro under, già prima della sessione invernale, in cui sono previsti vari correttivi. “Verrà tesserato anche il 18enne Victor Lundqvist, per il quale manca soltanto il transfer dalla Svezia. Confidiamo nel grande contributo del nostro segretario Massimo Bandiera, che conosce bene i regolamenti e sta cercando di velocizzare le pratiche. Si tratta di un terzino destro, che può essere adattato anche a sinistra, e ci consentirà di avere finalmente un 2000 nel pacchetto arretrato”. Le recenti esclusioni di Fredy Guehi e Luca Pizzo dimostrano d’altronde che il tecnico Oberdan Biagioni preferisce schierare tre over in attacco, incastonando i quattro juniores obbligatori per regolamento tra porta, difesa e centrocampo.

Periodo di prova concluso infine per il difensore mancino Alessandro Zavan, ’99 ex Perugia e Crotone, che era reduce da un periodo di inattività e ha accusato un nuovo contrattempo fisico. Il Messina valuterà nelle prossime settimane la sua posizione. Torma è già proiettato alla nuova sfida in programma al “Franco Scoglio”: “La partita con il Gela rappresenta già il passato. Mercoledì siamo attesi da un test difficile e bisogna mantenere alta la concentrazione. Il Città di Messina ha fatto bella figura a Bari e ci riproverà con noi”.

Ragone

Ragone para il rigore calciato dall’ex Ragosta (foto Nino La Macchia)

Questa la rosa aggiornata dell’ACR Messina – Portieri: Giovanni Compagno (1999), Federico Meo (2000), Cristiano Ragone (’99). Difensori: Siny Mbaye Ba (’99), Davide Biancola (’98), Alberto Cossentino, Claudio Dascoli (’99), Nicholas Abedoy Ibojo, Victor Lundqvist (2000), Pasquale Porcaro, Genny Russo, Davide Sarcone (’99). Centrocampisti: Francesco Barbera (2001), Kevin Biondi (’99), Fabio Bossa (’98), Felice Cimino (’98), Salvatore Cocimano, Gael Genevier, Loris Traditi. Attaccanti: Pietro Arcidiacono, Biagio Carini (’99), Giuseppe Gambino, Fredy Guèhi (2000), Santi Mancuso (2001), Nicola Petrilli, Luca Pizzo (2000), Luciano Rabbeni.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti