Tommasi: “Il format a 60 squadre in Lega Pro va rispettato”

Calcagno e TommasiCalcagno e Tommasi

L’Associazione Italiana Calciatori prende posizione dopo l’ufficializzazione dei gironi di Lega Pro, avvenuta nonostante l’incertezza legata all’esito del processo sul calcioscommesse. Messaggio chiaro da parte del vicepresidente Damiano Tommasi: ‎”È paradossale ufficializzare i gironi con 4 incognite e anche sul numero delle squadre ci sarebbe qualcosa da approfondire. Attualmente sono iscritte 53 squadre in Lega Pro ma non dobbiamo dimenticare che il format previsto dalla riforma di novembre 2012 è di 60 squadre divise in 3 gironi da 20. La solidità finanziaria e la serietà imprenditoriale sono principi da ricercare sempre più così come la composizione dei campionati prevista a 60 squadre per un’unica categoria di Lega Pro è un criterio che va rispettato”. Il  vicepresidente Umberto Calcagno ha aggiunto: “Stiamo valutando dal punto di vista tecnico-giuridico se sussistono le condizioni per completare gli organici di Lega Pro nei pochi giorni che mancano all’inizio della stagione. Il Consiglio Federale di lunedì e i ricorsi in atto presso il Collegio di Garanzia del Coni potrebbero cambiare l’attuale assetto”.

Commenta su Facebook

commenti