Tesseramento e obblighi per i tecnici: l’Aiac Messina segnalerà le irregolarità

Andrea ArgentoIl presidente Aiac Messina Andrea Argento in conferenza stampa

È stato pubblicato dal Settore Tecnico della Figc il Comunicato Ufficiale numero 34 che elenca tutti quelli che sono gli obblighi relativi ai tecnici – per ogni categoria maschile e femminile, dai professionisti ai dilettanti, fino alle giovanili e al calcio a cinque – in vista della stagione 2021/2022 e tutte le disposizioni in termini di tesseramento.

Molino e Argento

Giuseppe Molino e il presidente dell’Aiac di Messina Andrea Argento

I tecnici che il settore tecnico inquadra e/o qualifica (art. 16 Regolamento Settore Tecnico) si suddividono in: Allenatori Uefa PRO; Allenatori Uefa A; Allenatori Uefa B; Allenatori dei Dilettanti Regionali – Licenza D; Allenatori di Giovani – Uefa Grassroots C – Licenza C; Allenatori dei Portieri; Allenatori dei Portieri Dilettanti e di Settore Giovanile; Allenatori di calcio a cinque 1° Livello; Allenatori di calcio a cinque; Preparatori atletici; Preparatori atletici settore giovanile; Medici sociali; Operatori sanitari.

Anche l’Aiac Messina intende ribadire con forza che in tutte le categorie (ad eccezione della Terza categoria di calcio e della Serie D di calcio a 5) vige l’obbligo di tesserare un allenatore abilitato. “Una grande vittoria dell’Aiac che per anni si è battuta per garantire che su ogni panchina ci sia un tecnico qualificato. Non abbiamo titolo e potere di prendere provvedimenti, ma andremo a segnalare agli organi competenti tutte le irregolarità riscontrate tra mancati tesseramenti, abusivi, prestanome e doppia attività”, afferma il presidente Andrea Argento.

Aiac Messina

Il logo dell’Associazione Italiana Allenatori Calcio sezione di Messina

Attraverso una specifica piattaforma, creata dall’Aiac Messina, sarà infatti possibile segnalare in modo anonimo questi casi e, a seguito di riscontrata attendibilità, il tutto verrà inoltrato agli organi preposti. “Il beneficio – ricorda Argento – non è solo per la categoria ma anche per le società che devono capire i vantaggi dell’affidarsi a persone qualificate, evitando i danni creati da chi è privo di questi requisiti, nonché per i giocatori che devono beneficiare della possibilità di lavorare con chi è in possesso di competenze tecniche certificate”.

Infine, l’auspicio del presidente Argento: “Mi auguro che non si verifichino situazioni spiacevoli e che il calcio messinese possa dimostrare di comprendere l’importanza di tali obbligatorietà. Dobbiamo crescere e fare un salto di qualità che non può prescindere dal meticoloso rispetto delle regole e dall’affidare la conduzione tecnica delle squadre a tecnici qualificati e di comprovata preparazione”.

The following two tabs change content below.