Parapiglia al “Partenio”: colpiti mister Liquidato e il giallorosso Siclari

Stefano LiquidatoIl tecnico del San Tommaso Stefano Liquidato con la borsa del ghiaccio (fotogramma The Wam)

Vivace post-partita al termine della sfida tra San Tommaso e Acr. Secondo quanto riporta l’agenzia Ansa, al rientro negli spogliatoi, alcuni calciatori ospiti, applauditi ironicamente dai tifosi locali, avrebbero chiesto conto dell’accaduto a giocatori e tecnici della squadra locale.

Sempre secondo l’agenzia battuta dall’Ansa alle 18:57, il confronto verbale è però degenerato e alcuni atleti sarebbero entrati in contatto. L’allenatore irpino, Stefano Liquidato, ha denunciato di essere stato colpito al volto e si è poi fatto medicare in ospedale. Le testate locali Thewam e CampaniaFootball riportano che a loro avviso l’episodio sarà verbalizzato dalla terna arbitrale e analizzato anche dal Giudice Sportivo.

tifosi Acr

L’Acr contestato dal tifo organizzato (foto Nino La Macchia)

Opposta la versione fornita dal Messina. I dirigenti ospiti hanno ammesso che il post-partita all’uscita dal campo è stato caratterizzato dal nervosismo ma hanno evidenziato che il primo a macchiarsi di un gesto antisportivo è stato proprio il tecnico del San Tommaso, che a loro dire ha colpito con una testata il calciatore ospite Giuseppe Siclari. Da qui il conseguente parapiglia.

Il direttore generale irpino Annino Cucciniello ritiene che il tutto sia stato innescato da un equivoco e in particolare dal “saluto dei nostri giocatori ai tifosi siciliani”. Una scena simile a quella vista una settimana prima a Palermo, dove il pubblico del “Renzo Barbera” aveva risposto agli applausi. Come riferisce infine il portale del giornalista Gianluca Di Marzio, il sodalizio irpino ha lamentato inoltre anche il presunto danneggiamento dello spogliatoio ospiti.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti